4 aprile 2020

DANUBIO CON CREMA DI NOCCIOLE

                  

Li ho sempre visti, quei lievitati super soffici che sembravano cuscini. Soffici, così soffici che appena li toccati il dito affondava dentro. Alcuni lievitati li ho sempre immaginati così. Quello che tra tutti mi ha sempre attirata è il danubio, un dolce di origine austriaca che venne importato in Italia, precisamente a Napoli, grazie ad una storia d’amore. Giovanni Scaturchio aveva preso parte alla prima guerra mondiale e quando tornò a Napoli, dove aveva fondato anni prima una delle più rinomate pasticcerie, portò con sè la sua bella moglie austriaca. Da qui si diffuse il Danubio, che in origine si chiama Buchteln ed è farcito ancora oggi in Austria con una crema alla vaniglia, ma io lo preferisco con la crema di nocciole. 

              

Danubio dolce con crema di nocciole
Lista della spesa:
500gr di farina di forza
200gr di latte
200gr di acqua
50gr di zucchero di canna
50gr di burro t.a.
5gr di lievito di birra secco
5gr di sale fino
crema di nocciole per farcire
tuorlo d'uovo per spennellare
latte per spennellare

Procedimento:
Per prima cosa prepariamo in una ciotola il lievitino con una parte di farina (100gr), latte (50gr), acqua (50gr) ed il lievito, mescolate, si formerà un impasto simile alla pastella, mettetelo a lievitare nel forno con la luce accesa per un'ora almeno o finchè il volume non sarà raddoppiato. Una volta raddoppiato di volume, mettetelo nella planetaria ed aggiungete gli ingredienti restanti, tranne il burro. Una volta che l'impasto inizia a prendere la forma di una palla ed a staccarsi dalle pareti, aggiungete il burro a pezzi poco per volta aggiungendo anche il sale. Impastate per almeno cinque minuti e poi lasciate lievitare all'interno della ciotola per circa due ore, o finchè il volume non sarà raddoppiato. Una volta lievitato, mettete l'impasto su un piano da lavoro ed iniziate a formare delle palline, io sono riuscita a formarne 18 pezzi da circa 40gr. Mi raccomando quando formate le palline tenetele coperte, così che non secchino. Prendete i pezzi di impasto, allargateli con le mani e riempite al centro con un cucchiaio di crema di nocciole, chiudete pizzicando e poi arrotolate bene. *Se non riuscite a riempire l'impasto con la crema a temperatura ambiente, mettete delle cucchiaiate in una teglia e poi mettete a congelate, una volta dure sarà più facile riempire l'impasto*  Ungete uno stampo da 30cm (oppure usate due stampi più piccoli e dividete le palline nei due stampi) e disponete a cerchio le palline, distanziate di qualche centimetro per facilitare la lievitazione. In una ciotolina sbattete il tuorlo con qualche cucchiaio di latte e spennellate ogni pallina. Lasciate lievitare per circa un'ora, coprendo la teglia con della pellicola, a temperatura ambiente. Preriscaldate il forno a 180°C e cuocete per trenta minuti (se avete distribuito le palline in due teglie, cuocetele per circa venti minuti), lasciate raffreddare una quindicina di minuti prima di servire, perchè a parer mio il danubio è buono solo se tiepido!

              

Posta un commento

Ben arrivato nel mio blog, spero sia di tuo gradimento, se ti va lasciami un commento che sarò lieta di leggere ed a cui risponderò con piacere. Buona visita.

© SELVATICA - CUCINA DELL'ANIMA. Design by FCD.