22 novembre 2019

OSTERBROT, PANE DI PASQUA TEDESCO



So benissimo che non è Pasqua, ma quando ho fatto questo lievitato non mi sono fatta ingannare dal nome. Non ne sapevo proprio nulla, di fatti pensavo che fosse il classico pane dei santi che si fa Novembre. Non davo un centesimo alla buona riuscita della ricetta, ed invece sono riuscita sfornare tre pagnottelle gustose e dolci al punto giusto. Pronte per essere affettate e riempite della vostra crema spalmabile preferita. La ricetta che ho usato è sempre quella di Dunja, ma modificata e non ne ricordo le dosi, ecco perchè vi lascio la ricetta (simile) di Giulia

 

Di questi tipi di lievitati, che hanno legato al loro nome una festività, amo il fatto che nonostante il vincolo del nome si possano fare in ogni periodo dell'anno. Ovvio, mangiare per esempio un pandoro ad agosto non è la stessa cosa che mangiarlo a dicembre, ma alla fine il sapore è sempre lo stesso, nonostante il periodo sia diverso. Questo pane è molto versatile per le colazioni, l'ho adorato caldo con spalmata sopra la crema di nocciole.

 

Siccome mi sento già anche in periodo natalizio, trovo che questo pane fatto a mano, confezionato in una bella scatola o avvolto in una bella carta bianca ed un nastro rosso, sia un ottimo pensiero da portare a casa di amici la mattina di Natale, giusto per avere la scusa di fare colazione tutti insieme e scambiarsi i regali. Che ne pensate? I regali fatti a mano e soprattutto cucinati con le proprie mani, hanno quel qualcosa in più che arriva dritto al cuore.

Posta un commento

Ben arrivato nel mio blog, spero sia di tuo gradimento, se ti va lasciami un commento che sarò lieta di leggere ed a cui risponderò con piacere. Buona visita.

© SELVATICA - CUCINA DELL'ANIMA. Design by FCD.