11 novembre 2019

ASPETTA E VEDRAI

"Se a novembre mi chiedi di pensare insieme una collezione personalizzata da rivendere nel tuo negozio per Natale c’è la possibilità che tu abbia perso il senso. Se ti stupisci perché qui il corriere passa “solo” due volte a settimana allora, forse, hai perso il senso. Se appena ti comunico la mia gioia per la partecipazione ad una grande fiera mi arriva una tua mail per chiedermi ingressi omaggio allora, probabilmente, hai perso il senso. Se devo giustificarmi con te perché gli ordini personalizzati li posso accettare solo in certi periodi dell’anno è quasi certo che hai perso il senso. Se nel giustificarmi ti dico che abbiamo solo quattro mani e tu dici allora assumete qualche aiutante allora è certo che hai perso il senso. 

Il senso del lavoro artigianale. Il senso dei suoi tempi. Che non hanno nulla a che fare con Amazon e co ma neanche con l’immagine dell’artigiano hippy che si trastulla tutto il giorno sigaretta in una mano birra nell’altra lavorando quando ne ha voglia. Il senso dei suoi modi. Che non possono essere appaltati, affittati, delocalizzati ma che richiedono che ci sia l’artigiano in prima persona mani e cuore dentro ogni pezzo che comprate." Cit. Sara Arduini


Questo lo scritto della scorsa settimana che è uscito dal cuore di una ragazza che seguo da moltissimi anni qua su internet. Ha fatto diversi cambiamenti di stile per quanto riguarda il suo lavoro e dopo tre step è riuscita a trovare la sua strada. La seguo perchè mi sento come lei, perchè ci mette amore, non si fa più sconfiggere dalle parole degli altri, crede nei propri sbagli e perchè finalmente ha trovato il suo posto nel mondo. Io su quest'ultimo ci sto ancora lavorando. Ho stima di lei, perchè per me è un esempio di donna da seguire e se solo l'avessi vicina, sono certa sarebbe di buon aiuto per la mia autostima. 


Le parole su instagram mi hanno fatto capire quanto la gente abbia fretta, quanto tempo fa ne avevo anche io e forse ancora oggi, ma che col tempo tutto si risolve e forse è per questo che ho tale frase scritta sulla pelle. Non si bada più al tempo, al viverlo con  un ritmo lento che ci faccia capire e cogliere le cose belle della vita. I loro gioielli hanno bisogno di tempo, come ogni cosa al mondo. Io ho bisogno di tempo per capire qual è il mio posto nel mondo, e nonostante le lacrime versate, vado avanti e mi do tempo. Aspetta e vedrai, così mi dico.

Posta un commento

Ben arrivato nel mio blog, spero sia di tuo gradimento, se ti va lasciami un commento che sarò lieta di leggere ed a cui risponderò con piacere. Buona visita.

© SELVATICA - CUCINA DELL'ANIMA. Design by FCD.