20 febbraio 2017

RACCONTI: ANNA ED IL SUO SORRISO

1.2.

Lui glielo diceva. "Ridi per non piangere!" Ma come spiegare ad una bambina di dieci anni cosa significassero quelle parole. Insomma, se uno è triste è triste e basta, come potrebbe mai ridere? Come si può ridere di fronte ad una cosa brutta? Di fronte alla morte, a qualcosa di tragico, o anche solo a qualcosa che è andato storto? "Vedi il bicchiere mezzo pieno!" aggiungeva. Ma cosa voleva dire? Se io riempo un bicchiere, non potrà mai essere pieno perchè gli manca sempre una parte, piccola o grande che sia. Lei, Anna, continuava a non capire. Sedeva al tavolo di legno, fatto dal padre, con le gambe a penzoloni e continuava a fissarlo. La sua famiglia era lui, assieme ad un piccolo cagnolino di dieci anni, proprio come lei, che si chiamava Lip. Lui stava sotto al tavolo ed aspettava con Anna la spiegazione del padre. Entrambi incuriositi, entrambi desiderosi di sapere cosa volessero dire quelle parole. 

3.4.

"Ti manca la mamma, Anna?" chiese il padre, e lei prontamente rispose con un sì. La madre di Anna era morta qualche anno prima, e lei spesso se ne ricordava, una brutta malattia incurabile l'ha portata via quando lei aveva solo sette anni. Se la ricorda ancora, alta, capelli lunghi e castani, due occhi chiari come i suoi ed un sorriso che faceva passare tutto. Fu allora, mentre si ricordava di quel sorriso che capì le parole del padre. Lei gli sorrise, e lui ricambiò capendo che finalmente la figlia aveva compreso il significato di quelle sue parole. "Ridi per non piangere" sì, perchè la vita non è tutta rose e fiori, lo sappiamo. Ci sono quelle giornate in cui va tutto male, ma se alziamo la testa verso il cielo e ci facciamo baciare dal sole, tutto o in parte può tornare bello. Quando ci capita qualcosa di brutto, cerchiamo di ricordarci le cose belle che ci ha donato. Quando perdiamo una persona, ricordiamone il sorriso, gli attimi felici passati insieme, le gioie state, perchè è lì che si nasconde il lato bello di una cosa brutta. E' quello il segreto per non farci cadere nell'abisso. Ricordiamo i momenti felici ed i sorrisi. Perchè solo così possiamo andare avanti in questo mondo che vi vuol togliere tanto. In questo percorso chiamato "Vita".

5.6.

Anna ed il suo sorriso
Racconto di Soribel Lullaby
Share:

2 commenti

  1. Sono arrivata al tuo blog per caso e a questo racconto, ancora più per caso. Mi ha rapita ... E niente, volevo dirtelo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille. Sono felice che ti sia piaciuto! :)

      Elimina

Ben arrivato nel mio blog, spero sia di tuo gradimento, se ti va lasciami un commento che sarò lieta di leggere ed a cui risponderò con piacere. Buona visita.

© LULLABY FOOD&PROPS | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig