3 marzo 2016

IN CUCINA: Borlenghi con battuto di lardo


Il post di oggi è scritto dopo aver passato il giorno prima in perfetta armonia, pace, felicità e bei momenti. Certe giornate servono, un po per staccare dai pensieri che spesso ci tormentano e un po perchè cazzo, fanno bene da Dio! (scusate il termine). Passare momenti con persone a cui tieni per davvero e sai bene nel tuo cuore che ci saranno e tu ci sarai per loro. Amo essere circondata da loro, mi fanno sentire così bene non come altri a cui frega nulla. Ieri è stata perfetta, e terminare poi la serata spadellando ed infornando dolci è stato il modo migliore di concludere il tutto. Oggi vi propongo una ricetta di cui io non avevo mai sentito parlare, ma sono certa che qualcuno di voi la conosce di certo. Parlo del Borlengo. Il borlengo, burlengo o zampanella è una specie di crêpe molto sottile e croccante preparata a partire da un impasto liquido estremamente semplice (è un tipico cibo povero), a base di acqua (o latte), farina, sale e talvolta anche uova: questo impasto è detto colla. Il ripieno tradizionale, detto cunza, consiste in un battuto di lardo, aglio e rosmarino, oltre ad una spolverata diParmigiano Reggiano. Il borlengo si serve molto caldo e ripiegato in quattro parti. Per alcuni il borlengo sarebbe il risultato di uno scherzo ad una massaia che, con acqua e farina, stava preparando il tradizionale impasto per le crescentine da cuocere nelle tigelle (piccole pietre refrattarie entro le quali venivano chiusi i dischi di pasta, poi accostati al fuoco del camino). La donna, trovandosi l'impasto allungato eccessivamente dall'acqua, non pensò di buttarlo via, ma provò a ricavarne ugualmente qualcosa di commestibile, e ci riuscì. [Fonti prese da Wikipedia]



Borlenghi con battuto di lardo
Ingredienti per 12 pezzi circa:
500gr di farina 00
600ml di latte
1 uovo
1 cucchiaino di sale 
200gr di lardo di Arnad
100gr di parmigiano reggiano grattuggiato
1 spicchio d'aglio
rametti di rosmarino
olio extra vergine d'oliva

Procedimento:
In una ciotola ampia preparate la pastella, facendo scogliere la farina nel latte, unte poi l'uovo precedentemente sbattuto ed il sale, il composto deve risultare un po liquido. Lasciatela poi riposare per trenta minuti. Nel frattempo preparate il battuto di lardo, tritatelo finemente insieme ad un rametto di rosmarino e all'aglio. Una volta trascorso il tempo di riposo della pastella, ungete una padella antiaderente con olio e versateci un mestolino di composto, distribuitelo velocemente nella padella e lasciate cuocere da entrambi i lati per per non più di trenta secondi per lato. Ripetete l'operazione fino al termine della pastella. Prendete i borlenghi e spalmateli con il battuto di lardo ed un po di parmigiano, piegateli poi in quattro, mettete in un piatto di portata e servite spolverando con il parmigiano. Serviteli ben caldi.


"La felicità è come quando si inghiotte improvvisamente 
uno spicchio splendente di sole nel pomeriggio"
Katherine Mansfield
Share:

1 commento

  1. veramente è da tantissimo che voglio farli anche se la cunza ormai è praticamente di casa quando facciamo le tigelle.insomma un piatto che ispira troppo

    RispondiElimina

Ben arrivato nel mio blog, spero sia di tuo gradimento, se ti va lasciami un commento che sarò lieta di leggere ed a cui risponderò con piacere. Buona visita.

© LULLABY FOOD&PROPS | All rights reserved.
Blog Layout Created by pipdig