22 luglio 2015

IN CUCINA: Cecina con pomodori San Marzano


Avete presente quei piatti che sono talmente semplici che spesso si pensa che non sia buoni e che si si stuferà in fretta? Ne avete uno in mente? So per certo che molti di voi fanno e rifanno una ricetta mille volte, ma ditemi, qualcosa la cambiate ogni volta vero? Un po come avere l'impasto di una torta che vi viene alla perfezione e ogni volta guarnirla o decorarla con qualcosa di diverso. La ricetta di oggi è così, anche se ammetto che io la cecina me la mangerei sempre e sempre senza mai cambiare nulla. In questa variante ho deciso di mettere un tocco di acidità che la rende ancora più buona. Un'altra ottima versione è quella con i cipollotti! Provate a variarla, vedrete che non sarà più come mangiare la stessa Cecina di sempre!



Cecina con pomodori San Marzano
Ingredienti:
200gr di farina di ceci
600ml di acqua
2 pomodori San Marzano
1 cucchiaino di sale fino
2 cucchiai di olio evo
rametti di rosmarino

Procedimento:
In una terrina mescolate la farina di ceci con l'acqua, il sale e l'olio evo, sbattete energicamente con le fruste per evitare la formazione di grumi. Coprite poi la ciotola con un coperchio e lasciate riposare per due ore assieme ad un rametto di rosmarino. Trascorso il tempo necessario date una mescolata, oliate per bene una teglia rettangolare e versate il liquido facendolo filtrare attraverso un colino, disponeteci poi sopra il pomodoro tagliato a fette. Infornate (forno preriscaldato) a 200°C per venti minuti circa. Servite la cecina ben calda, sprigionerà tutto il suo sapore. Non che da fredda sia cattiva, ma calda rende molto di più!


Uno dei piatti che più amo,
un ottimo salva cena!
Share:

20 luglio 2015

IN CUCINA: Teglia di verdure estive


Sì! Lo ammetto! Nel post precedente a questo avevi concluso dicendo scrivendo "Spegnete i fornelli", ma dai, che vi costa accenderlo per pochi pochi minuti? Possiamo mica morire perchè la cucina raggiunge livelli di calore mai visti prima in estate? E poi, io ve lo dico, queste verdure sono buonissime, e non si può non farle. Al massimo, sapete che vi consiglio? Usate la cucina di vostra madre! Andate a pranzo dalla mamma ed infornate lì! Il calore e l'amore materno non vi diranno mai di no, e poi trovatela una mamma che non vi voglia a pranzo da lei! Anzi, sono sicura che se le farete assaggiare queste verdure se ne innamorerà! Cerchiamo di combattere il caldo, sì, ma per queste vale la pena accendere!



Teglia di verdure estive
Ingredienti per due persone:
due pomodori cuore di bue
una zucchina bella grossa 
due melanzane
una cipolla rossa
foglie di alloro
rametti di rosmarino
sale
pepe nero
olio evo

Procedimento:
Scaldate il forno a 180°C, il procedimento per questa ricetta credo sia il più semplice di tutti, che dovete fare? Semplice! Pulite ed affettate tutte le verdure (fette non troppo spesse), disponetele poi in una teglia oliata, formando degli strati alterni. Ovvero prima il pomodoro, poi la zucchina, la melanzana ed infine la cipolla. Mettete i rametti di rosmarino e le foglie di alloro sopra le verdure, salate, pepape ed infine oliate nuovamente. Infornate per circa trenta minuti. Servite le verdure calde, oppure anche fredde. Saranno un buonissimo accompagnamento per ogni secondo.


Rettifico "Accendete il forno questa volta!"
Share:

17 luglio 2015

IN CUCINA: Tabuleh


Fa caldo! Ormai questa sembra essere la frase del secolo. Alla domanda: “Come stai?” ormai la risposta che il mio cervello ha immagazzinato è “A parte il caldo tremendo, che mi sta uccidendo, sto bene!” Quindi, bhè, forse evitate di chiedere se per caso mi avete già posto questa domanda. Nel mese passato io e famiglia ci siamo trasferiti per una settimana al mare, nelle belle e ventilate spiagge di Riva Ligure (tra l’altro, se qualche conoscente gradirebbe affittare casa ad agosto, me lo dica), e cavoli se lì si stava bene. Tornare alla realtà della casa in campagna, in assenza di clima è stata una delle cose più brutte che possano mai capitare ad un uomo. Caldo! Ma caldo! Ma che vi ricordate un caldo così, come lo posso definire.. umh.. Fastidioso? Tedioso? Insopportabile? Mi sembra di essere perennemente in punto di morte ogni volta che guardo il (uccello…..) che mi sta appollaiato sulla spalla, in attesa che faccia un passo falso, come per esempio uscire di casa tra le 14 e le 15 del pomeriggio! So già che sarebbe lì pronto per banchettare sulla mia carcassa! Ergo il motivo per il quale i punti sono diversi, farsi il climatizzatore (spuntato dalla lista), farsi il fornello esterno per evitare di far entrare in casa Farinata degli Uberti (per restare in tema culinario) direttamente dall’Inferno della Divina Commedia ed infine, come dicono tutti evitare le ore più soleggiate, bere molto e mangiare cibi freschi! Un po come questo freschissimo Tabuleh!




Tabuleh
Ingredienti per due persone:
300gr di bulgur
Mezza cipolla rossa
Pomodorini ciliegino
Mais dolce
1 mazzetto di prezzemolo
Menta essiccata
Olio evo
Sale
Pepe nero
Succo di mezzo limone

Procedimento:

Lavate il bulgur, e mettetelo poi in una ciotola ampia (quella che userete per portarlo in tavola), aggiungete mezzo litro di acqua bollente, salate e lasciatelo gonfiare per mezz’ora nella ciotola coperta. Nel mentre pulite e tagliate a pezzi i pomodorini, e affettate la cipolla rossa. Lavate il prezzemolo e tritatelo con un coltello. Quando il bulgur sarà gonfio aggiungete nella ciotola i pomodorini, la cipolla a fette, il mais dolce, il prezzemolo tritato, la menta, il pepe, il succo del limone e una dose generosa di olio evo, mescolate per bene il tutto e riponete in frigorifero fino al momento di servire. Il tabuleh va servito ben fresco. Se avete le foglie di menta fresche, anziché la menta essiccata, potete benissimo usare quelle che sono molto più profumate.


Fa caldo! Spegnete i fornelli!!

Share:
© LULLABY FOOD&PROPS | All rights reserved.
Blog Layout Created by pipdig