11 giugno 2015

IN CUCINA: Vellutata di zucchine al profumo di timo e menta


Vi capita mai di fermarvi, ovunque siate, che siate in mezzo ad una piazza affollata, in coda alla cassa del supermercato, in mezzo al traffico e di mettervi a pensare? O meglio. . Vi capita mai di fermarvi, trattenere il respiro e vedere cosa succede attorno a voi? Vi capita? A me spesso. Da quando sono mamma e da quando abbiamo la nuova casa molto più di prima. Mi fermo, qualunque cosa io stia facendo, respiro, trattengo l'aria nei polmoni ed espiro. Sento il corpo che si riempe, sento la forza nel torace, mi sento in armonia con quello che mi circonda. Poi quando espiro mi sento leggera, libera, come se potessi andare alla conquista del mondo. Vi capita? E se non vi capita, io credo sia un buon esercizio di yoga per cercare di scaricare lo stress e le ansie. Fermatevi, respirate e buttate fuori! Questo mi serve per ricominciare tutto. Come se questo semplice gesto mi desse la carica per ricominciare la giornata. Uno dei posti che più amo per fare questa attività è il mio orto. Vedo come terra e seme legano assieme, come l'acqua ed il sole aiutano, e mi sento parte di tutto questo. Mi fermo, guardo le mie pianticelle crescere, respiro il loro profumo e mi lascio inebriare, raccolgo le braccia in alto e butto fuori, ed ammiro quello che poche semplici cose riescono a fare. . .


Vellutata di zucchine al profumo di timo e menta
Ingredienti per 4 persone:
1kg di zucchine
2 litri di acqua
2 patate medie
1 spicchio d'aglio
due rametti di timo (non quello limone!)
5 foglie di menta (io ho usato la menta marocchina)
olio evo
20gr di sale fino
pepe nero
pecorino romano per guarnire

Procedimento:
Pulite e tagliate a dadini le zucchine e la patata. Prendete una pentola, versate un filo d'olio, scaldate, schiacciate l'aglio e fatelo soffriggere nella pentola. Subito dopo versateci all'interno le zucchine e la patata, fate rosolare un paio di minuti. Trascorso questo tempo coprite le verdure con l'acqua, aggiungete poi le foglie di menta, il timo, il sale ed il pepe, portate a bollore e fate cuocere per 15 minuti. Una volta cotte le verdure prendete il frullatore ad immersione e frullate direttamente in pentola, una volta frullato tutto fate cuocere ancora 5 minuti. Ora è pronta per essere servita (l'ho provata anche fredda ed è buonissima) insieme ad una grattugiata di pecorino romano.



{Sono sempre i sogni a dare forma al mondo,
sono sempre i sogni a fare la realtà. . .}
L. Ligabue
Share:

8 giugno 2015

IN CUCINA: Conchiglie al pesto di spinaci e pistacchi


La casa grande significa avere tanti spazi da gestire. Quando l'abbiamo acquistata mio marito si vedeva già tutto nella sua testa, io invece ho fatto un po più di fatica, le cose le vedo pian piano che le vivo. Lo si può ben notare dal fatto che io arredo casa man mano che trovo qualche mobile interessate da acquistare. I vecchi mobili (standard firmati Berloni) li abbiamo regalati perchè acquistati d'impulso per la vecchia casa e poi immediatamente stancati per le linee dritte e pulite che avevano. La nuova casa è dotata di ogni comfort, il mio studio ricavato da un vecchio portico, la sua officina ricavata anch'essa da un portico, la lavanderia con annesso locale caldaia ricavati da un basso fabbricato esterno, poi c'è tutta l'abitazione, il cortile ed infine il bellissimo orto. Orto. Lui che da circa un mese ne fa da padrone in casa ed in quello che cucino. La verdura scoppia, esplode grazie al sole che sta facendo, inizia il periodo in cui non riesci a stare dietro alle verdure che continuano a nascere, mentre ti mancano quelle che invece sono già passate, come gli spinaci, che noi abbiamo coltivato fino a questa primavera. Spinaci, con i quali ho scoperto si può fare un pesto squisito e leggero.


Conchiglie al pesto di spinaci e pistacchi

Ingredienti per il pesto: 
200gr di spinaci freschi
olio evo q.b.
4gr di sale fino
70gr di pistacchi tostati (quelli salati, insomma)

Procedimento per fare il pesto:
Lavate per bene gli spinaci, io avendo quelli dell'orto ho usato anche i gambi, non ho buttato via nulla. Lavati ed asciugati, metteteli nel mixer assieme al sale ed ai pistacchi sgusciati, azionate il mixer ed aggiungete l'olio evo a filo fino a che non ottenete la consistenza che più vi piace. (p.s. i pistacchi non vengono sminuzzati, ma solo tritati grossolanamente, è il bello del sentirli scrocchiare poi nella pasta). Una volta pronto il pesto l'ho versato all'interno di bicchierini di plastica da caffè e messo a congelare nel freezer. La dose all'interno di un bicchierino equivale a condire la pasta per due persone.
----
Ingredienti per la pasta: (dosi per due persone)
200gr di conchiglie (o pasta corta a vostra scelta)
1 bicchierino di pesto di spianaci surgelato

Procedimento:
Fate cuocere la pasta in acqua bollente salata per il tempo indicato nella confezione, una volta cotta condite con il pesto di spinaci, portate in tavola e servite calda, a discrezione vostra se aggiungere o meno parmigiano grattugiato. 



"Coltiviamo il nostro piccolo orto 
non solo per la speranza di poterne ricavare dei frutti un domani, 
ma soprattutto per il piacere che tale cura e tale speranza ci procurano oggi"
Giovanni Soriano
Share:

5 giugno 2015

CAKE ALL'OLIO EVO E BANANA


Tra due giorni il nano di casa compirà i suoi primi cinque mesi, il detto "come vola il tempo" è proprio vero. Sembra ieri che ho fatto il test, ieri che mi hanno ricoverata per una settimana per minaccia di parto prematuro, ieri che ci siamo guardati negli occhi per la prima volta, ed invece sono già passati mesi. Lui cresce, mi fa maturare ogni giorno in merito alla mia mancanza di pazienza. Ora, dopo il parto sono molto più paziente, matura e piena di voglia di dare e di fare. So essere calma, so tirare fuori le unghie quando serve e scopro ogni giorno l'amore. Le abitudini non sono cambiate, ovvio, se dormisse di più di giorno potrei fare mille e altre cose, ma ho clienti pazienti che capiscono la situazione. Il tempo c'è, basta saperlo gestire ed approfittare dei pochi minuti in cui dorme, come per esempio per sfornare la torta per la colazione e scattare un paio di foto.


Cake all'olio evo e banana
Ingredienti (per uno stampo da 20cm di diametro):
200gr di farina manitoba
200gr di zucchero
70gr di olio evo
2 uova
mezza bustina di lievito
1 banana matura 
1 cucchiaino di miele
un pizzico di sale

Procedimento:
In una ciotola sbattete con le fruste elettriche, le uova con lo zucchero ed il miele, sbattete per circa 5 minuti, questo farà sì ce la torta resti soffice. Una volta montato i precedenti ingredienti aggiungete l'olio evo e mescolate con una spatola facendo movimenti delicati per evitare di smontare il composto. Successivamente aggiungete la farina, il lievito, il sale e la banana precedentemente schiacciata. Prendete lo stampo foderato di carta da forno,oppure imburrato ed infarinato, e versateci il composto della torta. Infornate (forno preriscaldato) a 180°C per circa 40 minuti, senza mai aprire il forno. Una volta pronta sfornate e lasciate raffreddare. 

Variante:
Potete aggiungere all'impasto 50gr di cioccolato fondente, oppure un cucchiaio di semi di papavero.



"Dobbiamo usare il tempo come uno strumento, 
non come una poltrona"
J.F.Kennedy
Share:
© LULLABY FOOD&PROPS | All rights reserved.
Blog Layout Created by pipdig