16 novembre 2015

IN CUCINA: Tortine al Garam masala e mela


Guardo poca televisione ormai, anzi, sarà già un paio di anni che ormai la guardo giusto pochi minuti al giorno. I programmi però a cui sono affezionata, anche se spesso li rimandano in continuo con le stesse puntate io me li guardo sempre volentieri. Tra i miei preferiti, e parlo solo di programmi culinari, vi è la trasmissione televisiva in cui lo chef inglese Jamie Oliver si destreggia tra i fornelli di casa sua, dello studio o spesso all'aperto, ovvero i suoi programmi quali Jamie Comfort Food, la mia cucina in 15 minuti e le mie ricette in 30 minuti. Il cuoco, e che cuoco vorrei dire, parla parla parla, usa ortaggi che grazie a lui ho imparato a conoscere ed apprezzare, il suo modo di cucinare ed impiattare li adoro, per non parlare dei vari props, in particolare i taglieri e le stoviglie che ha a disposizione. Comunque, mettendo queste cose da parte, di questi suoi programmi amo molto il fatto che grazie a lui ho conosciuto spezie di cui ignoravo totalmente l'esistenza, spezie che i soli nomi spesso sono degli sciogli lingua, spezie che viste nella sua dispensa sembra di entrare in paradiso e poter cucinare con tutto e creare meraviglie. Quando lo vedo che usa determinate aromi me li annoto e mi dico sempre che li devo cercare, e così faccio sempre! E secondo voi, dov'è possibile andare a comprare certi tipi di spezie? Dal droghiere? Al supermercato più fornito? Ma no!!! Da Tiger!!! Ebbene sì! Tiger, il posto che tratta dalla cancelleria alla cartaigenica, ha un vasto assortimento di spezie di cui io stessa mi sono meravigliata, e proprio da loro ho trovato il tanto nominato "Garam Masala" di cui Jamie parla e racconta tanto! Per non dire Abusare!! "Il garam masala è una mistura di spezie tipica della cucina indiana e pakistana: il significato del nome è spezia calda, bollente, anche nel senso di piccante. Viene preparato tostando, macinando e miscelando alcune spezie tra cui la cannella, i semi di cumino, il coriandolo, i baccelli dicardamomo, i chiodi di garofano, i grani di pepe nero e la curcuma, ma ne esistono molte varianti, sia tradizionali che commerciali o casalinghe. Il garam masala può venire usato durante la cottura, ma, diversamente da altre spezie, viene spesso aggiunto al termine della cottura, in modo che l'aroma non sia disperso. Non è piccante nel proprio senso del termine, piuttosto parecchio pungente." [info prese da Wikipedia]. Quando a casa l'ho aperta e ne ho sentito il profumo ho subito pensato che delle mini tortine avrebbero fatto a gara per un pizzico di questa spezia, così mi sono messa subito ai fornelli e le ho fatte!


Tortine al Garam Masala e mela
Ingredienti per 10 tortine
120gr di zucchero di canna
50gr di olio di semi
250gr di farina
250ml di latte di soia
2 uova
1 cucchiaino di garam masala
8gr di lievito per dolci
1 mela golden

Procedimento:
Scaldate il forno a 180°C. Prendete una ciotola e lavorate assieme con il frullino l'olio e lo zucchero, successivamente aggiungete le uova e mescolate bene. Unite poi la farina in due volte, il lievito ed infine il latte, mescolate per bene evitando la formazione di grumi ed aggiungete poi il garam masala. Prendete degli stampini in silicone, io ho usato quello cilindrico della Pavoni idea, e versateci per 3/4 l'impasto, prendete la mela e tagliatela a spicchi, mettete uno spicchio su ogni tortina, infornate per circa 15/20 minuti. Una volta pronte potete gustarle calde per sentire il gusto ed il profumo del garam masala, oppure fredde accompagnate da una confettura di fragole.



Jamie, 
sei la mia rovina!
Share:

12 novembre 2015

IN CUCINA: Bundt cake all'uvetta



"Respira!" E' una frase che mi dico sempre quando ho paura di non farcela. "Respira!" Mi aiuta a capire che esisto ancora e che quindi ci sono. "Respira!" Me lo dico per non mollare. "Respira!" a volte me lo dico a comando come per dirmi "Stai calma, andrà tutto bene!". "Respira!" e a volte aggiungerei "conta fino a dieci e poi parla". "Respira!" è il mio mantra, il modo che mi fa andar avanti nella vita, perchè la vita la conduco io e non gli altri. "Respira!" fa parte di me e del modo in cui modello lo stress. "Respira!" e accendi il forno, prendi una ciotola capiente, un cucchiaio di legno ed un po di ingredienti, modellali tra di loro, fa fare loro l'amore e crea qualcosa di buono. Queste sono le cose che mi dico quando lo stress mi sbatte contro un muro e non mi fa muovere. Il mettermi in cucina a sfornare un dolce mi rilassa come non mai, dovrebbero insegnarlo nelle scuole. Accendo il forno, modello qualche ingrediente che spero possano amarsi e ne esce l'amore.


Bundt cake all'uvetta
Ingredienti:
5 uova
150ml di olio di semi
225gr di zucchero di canna integrale
225gr di farina
150ml di latte di soia
1 pizzico di sale
8gr di lievito per dolci
100gr di uvetta sultanina
zucchero a velo per decorazione
un pugno di farina per l'uvetta

Procedimento:
Preriscaldate per prima cosa il forno, in questo modo non dovrete aspettare che si scaldi una volta pronto l'impasto. In una ciotolina mettete l'uvetta e fatela ammorbidire con dell'acqua calda, lasciatela lì fino al momento di aggiungerla all'impasto. Prendete una ciotola capiente e con l'aiuto di una frusta montate lo zucchero con le uova, lavoratelo per almeno cinque minuti. Una volta ottenuto un composto cremoso e chiaro aggiungete l'olio ed il , mescolate. Successivamente aggiungete la farina, il sale ed il lievito, mescolate con un cucchiaio di legno o una spatola. Prendete l'uvetta, strizzatela,  passatela nella farina (in questo modo una volta nell'impasto e soprattutto durante la cottura non precipiterà nel fondo) ed aggiungetela all'impasto. Prendete uno stampo da ciambellone, io ho usato quello in silicone della Pavoni idea, versateci l'impasto ed infornate a 180°C per 40 minuti, fate poi la prova con lo stecchino per verificarne la cottura, una volta fredda cospargete con zucchero a velo. Questa torta si presta bene per le colazioni, merende e soprattutto da gustare ancora tiepida. 



"Respira!"
Share:

4 novembre 2015

IN CUCINA: BUNDT CAKE ALLE SPEZIE


Oggi gira che mi sono svegliata presto, oggi succede che nonostante le mie solo cinque ore di sonno io stia bene e non abbia il bisogno impellente di uccidere nessuno (se no dormo sette ore mi sento un opossum chiuso in gabbia, che poi perchè un opossum non lo so..), quindi siete tutti salvi. Che poi sta cosa di essere irrequieti se non si dorme abbastanza certe volte mi sta molto sulle palle, lo devo ammettere, succede anche a voi? Quindi, nonostante le poche ore di sonno, i giorni in cui sono donna più che mai, la nebbia fuori, bhè, devo dire che sto bene. Mi sono svegliata bene. Una cosa che avrei fatto all'istante se fossi stata inversa sarebbe stata quella di mettermi ai fornelli, mescolare degli ingredienti dolci e sfornare una torta. Oggi non l'ho fatto, perchè la torta era già pronta. Vi lascio con questa specialità che io ho amato, un mix di spezie che esalta il gusto della torta. Una torta che ti esplode in bocca tanto è buona, ogni sapore lo troverete, non ne salterete uno, si distinguono all'istante e si mescolano assieme creando un vortice di piacere. Anche se alcune spezie potrebbero non piacervi, osate ugualmente ne vale veramente la pena.



Bundt cake alle spezie
Ingredienti:
220gr di farina 00
220gr di zucchero di canna
5 uova intere
150ml di olio di semi
8gr di lievito in polvere
una bustina di zafferano
cinque chiodi di garofano
mezzo cucchiaino di zenzero in polvere
mezzo cucchiaino di cannella in polvere
un pizzico di sale
zucchero a velo per decorare

Procedimento:
per prima cosa accendete il forno a 180°C, così da averlo pronto per quando dovete infornare. Prendete due ciotole e separate i tuorli dagli albumi. Montate a neve ben ferma gli albumi e metteteli in frigo. Nell'altra ciotola mescolate assieme i rossi con lo zucchero e le spezie (i chiodi di garofano pestateli nel mortaio prima), aggiungete poi la farina, il lievito, il sale e l'olio. Mescolate tutto, prendete gli albumi ed incorporateli poco per volta. Versate l'impasto in uno stampo per ciambelle ed infornate per 40/50 minuti circa, fate poi la prova con lo stecchino per verificare la cottura. Una volta fredda sformate e spolverate con lo zucchero a velo. Tagliate a fette e sentite l'esplosione dei sapori nella vostra bocca. Ditemi poi se non è buona!!


Vivi Bene, 
Sorridi appena sveglio
 perchè la vita è una Sola!
Share:
© LULLABY FOOD&PROPS | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig