22 dicembre 2014

GIANT ROSTI

Image and video hosting by TinyPic 

Image and video hosting by TinyPic

Non sono una che guarda molto la televisione, preferisco di gran lunga fare ricerche online, cercare nuovi spunti, leggere, pacioccare in casa e così via. Esiste però un canale in televisione che ha catturato la mia attenzione già da diverso tempo. LaEffe, il canale Feltrinelli. Culturale. Bello. Pieno di buoni argomenti. E udite udite di bellissimi programmi culinari. Potete trovarci Frederic ed il suo programma "il cuoco vagabondo", Anthony Bourdain che gira così tanto che verrebbe voglia di seguirlo, e poi lui. Il mio mio mito, o meglio, la mia disgrazia per la mia linea. Jamie Oliver con i suoi programmi. Ogni volta che lo vedo mi innamoro di ciò che cucina, anche se sono cibi che non tratto perchè non li amo gustare. Lui è colui, che io odiando intensamente lo yogurt mi ha fatto comprare lo yogurt greco per fare questa ricetta, che dire, ci sta bene! Dannato lui e le sue ricette!!!!
Share:

19 dicembre 2014

COOKIES SIMIL OREO CON CREMA AL COCCO

Image and video hosting by TinyPic 

Image and video hosting by TinyPic

Vi capita mai di avere un chiodo fisso con una determinata cosa, che sia un telefilm, una canzone, un capo d'abbigliamento dal quale non vi separate mai? L'avete trovato? Bene! Anche mio marito! Devo dire che da quando gli ho fatto scoprire il fleur de sel è diventato una sorta di maniaco! Il che inizia un po a farmi paura! Vorrebbe che lo usassi persino per condire le insalate, al posto del sale normale. No, ma dico io "Sei pazzo?!?". Gli ho spiegato la particolarità di tale ingrediente, di come lo si deve usare e nulla.. forse non capisce, ma almeno si è deciso che era il caso di usarlo solo per ricette particolari. Un po come questa, dopo avermi fatto una testa tanta, aver trovato il giusto mix di ingredienti, me ne sono usciti fuori questi.
Share:

11 dicembre 2014

BISCOTTI AL FLEUR DE SEL

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

A volte succede che a Lui vengano le voglie! Che sia per il fatto che io sia in dolce attesa, tra l'altro mancano solo poco più di venti giorni, e quindi trasmetto qualcosa che non devo al maritozzo ancora non mi è chiaro.
Fatto sta comunque che dato che io ho preso i chili della gravidanza, lui (così dice) per non farmi sentire sola ne ha presi due durante la mia gestazione. E poi dice che sono io, che è colpa mia.. ma sorvoliamo (sono uomini, cerchiamo di capirli).
Share:

20 novembre 2014

Quasi..

Quasi un mese esatto dal mio ultimo post. Quasi poco più di un mese al lieto evento che mi cambierà totalmente la vita. Quasi un mese che non scatto foto se non per l'evento che sto organizzando. Quasi un mese, il periodo che sono stata a letto per i problemi legati alla gravidanza. Quasi un mese.. le cose che possono succedere.. Le cose che possono cambiare. Manca poco alle cose belle che cambieranno la mia vita, manca poco per vedere l'interno di casa finalmente finito, mancano pochi giorni alla seconda edizione dell'evento di cui vado fiera Bianco Natale, mancano 43 giorni ai miei giorni dall'essere mamma. Felicità. Gioia. Desiderio. Ansia. Stress. Paura. Sono tante le cose che sto provando. Sono tante le cose che proverò. Ci sono giorni di totale relax. Giorni di tremenda euforia. Giorni in cui vorresti che tutti capissero che cos'hai nel cervello. I giorni che mancano a Bianco Natale sono pochi. Ma saranno intensi. Preparativi, decisioni da prendere, ultime cose da preparare per l'allestimento. Placare la mia ansia, anche se spero sarà un successo ancora di più dell'anno scorso. Bianco Natale, la creatura shabby più importante in questi giorni. 
Dolcezza. 
Delicatezza. 
Creatività.
Vi aspettano Domenica 30 Novembre a Villanova Monferrato


INFO:
Email: infobianconatale@yahoo.it
Location: B&B All'Asilo
Grafica: Simona Aversa


Share:

21 ottobre 2014

QUICHE DI POMODORI CILIEGINO



Come in una notte di mezza estate.. Credo sia il modo migliore per iniziare questo post, viste le alte temperature che ci sono ancora nonostante siamo a metà ottobre, quindi in autunno. Sole caldo, lieve brezza di giorno e temperatura fresca di notte, mai visto un autunno tanto strano, spero solo che novembre non sia un disastro! Qualche giorno fa abbiamo raccolto gli ultimi pomodori, dopo tanta conserva fatta, pomodori surgelati per l'inverno, confettura di pomodori verdi, speravo non ne venissero più fuori, ed invece, eccolo lì il marito con un cesto pieno di pomodori da far fuori. E che mi invento gli ho detto! Non si può certo sprecare tutto quel cibo, allora via di insalate, ultime capresi con i pomodori freschi ed una ricetta venuta fuori con un fulmine a ciel sereno!
Share:

15 ottobre 2014

FRIGGITELLI RIPIENI

 


Vi capita mai di dire "No! Questo non mi piace!", un po come fanno i bambini ancor prima di provare a mangiare un determinato cibo? A me capita ancora qualche volta, e devo ammetterlo come me stessa, Io non diventerò mai grande! Ebbene, un giorno girando per il supermercato mi sono imbattuta in dei peperoni dolci, di un color verde acceso. Me ne sono innamorata! Ma solo per il fatto che fossero della famiglia dei peperoni, mi rifiutai di mangiarli, nonostante li usassi spessissimo in cucina. Un giorno però mi sono detta che avrei dovuto assaggiarli, e fu così che il caro marito ortolano piantò qualche piantina della suddetta verdura. Bene! Non potete nemmeno immaginare quanti friggitelli possano fare solo cinque misere piantine! Mi uscivano da tutte le orecchie, tant'è che alla fine li dovetti cucinare a modino, con le cose che piacciono a me ed il giusto metodo di cottura.

Share:

9 ottobre 2014

PLUMCAKE ALLA CIPOLLA E ROSMARINO

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Adoro il salato! Sin da quando andavo alle scuole superiori la mia colazione è sempre stata a base salata. Ricordo che prima di entrare a scuola mi mangiavo o una fetta di pizza margherita spessa, oppure una buona focaccia con le olive. Il tempo era sempre dalla mia parte, perchè si da il caso che il forno che sfornava certe prelibatezze fosse proprio accanto alla mia scuola. Insomma, i titolari se la sono studiata molto bene, si sono fatti il loro bel giro perchè quel posto era sempre pieno di ragazzini affamati, sia per colazione, che per ricreazione quando ci facevano uscire che per l'ora di pranzo quando c'era il rientro pomeridiano, quindi bhè, consiglio a tutti se mai vi doveste lanciare in questa attività di trovare anche voi i l vostro punto strategico! Le voglie salate al mattino però ora non sono più come prima, per la mia colazione non devono mai mancare una bella tazza di thè caldo e se possibile una fetta di torta. Ma a volte ritornano, e devo ammetterlo, la colazione salata con un po di formaggio ed un succo all'arancia mi mettono in pace con il mondo, anche se il salato è a base di cipolla!

Share:

7 ottobre 2014

DOUBLE CHOCOLATE ALLA CANNELLA

Image and video hosting by TinyPic


Succede che un giorno ti senti male. Molle come un fico. Ti stendi sul letto per un paio d'ore e guardi la televisione, cosa che non faccio mai al pomeriggio. Succede che guardi un programma di cucina e puntuale ti viene fame, ancora devo ben capire come fanno a farti venire appetito e poi dai di matto se non hai gli ingredienti in casa per rifare ciò che loro ti hanno fatto vedere e di cui ti senti improvvisamente drogata ed in crisi d'astinenza. Succede che succede anche a me. Spengo la televisione, scendo dal letto e mi sento rigenerata. Che sia il riposo a letto o la voglia di fare quel determinato piatto che ti da la carica, ancora non ho ben capito. Fatto sta che scendo in cucina, carica come una molla e cerco e cerco e non trovo nulla di ciò. Non ho gli ingredienti! Panico! Ansia! Batticuore! Potrei morire! Lo so! Va bhè, io me la invento, in barba a quelli che l'hanno fatta con altri ingredienti! Tiè!

Share:

3 ottobre 2014

CONFETTURA DI POMODORI VERDI

Image and video hosting by TinyPic 

Image and video hosting by TinyPic

L'estate, o meglio, quel poco sole caldo alternato da perenni nuvoloni carichi di pioggia ormai è finita. L'abbiamo vista e non l'abbiamo vista, personalmente qua nel monferrato si è fatta vedere per due settimane a giugno e una ad agosto. Non so se sia stato un bene, oppure no, non so nemmeno se posso lamentarmi o esserne felice, diciamo che l'ho presa per come è venuta. Ci ha dato i suoi frutti, le sue verdure e posso dire di essere stata felice del raccolto ottenuto. Abbiamo conservato chili di verdura, chili di frutta e confezionato tante confetture. L'ultima di questa strana stagione è appunto quella di pomodori verdi, che non avevo mai fatto ne tanto meno assaggiato. Il procedimento è semplicissimo, basta solo ricordarsi di girarla ogni tanto.

Share:

1 ottobre 2014

A mio figlio piace la Patata!!

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic 

Ebbene sì! Siamo a 26+4 settimane, il tempo passa che nemmeno me ne rendo conto. I lavori che ho in arretrato si stanno accumulando peggio della polvere Swiffer che viene a bussarti alla porta. In compenso sto iniziando a conoscere il nanetto Sebastien che mi cresce in pancia. Una cosa ho scoperto. Gli piace la patata! Me ne fa mangiare in continuazione, che nemmeno Rocco Siffredi può dire di averne mangiate tante!! Che dire, sarà un donnaiolo. Eh, che ci posso fare? Ah, magari dite che lui non c'entra nulla? Ma va là!! Se mai mi trasformerò in un tubero, sappiate che sarà solo merito suo. Date le tante patate che va mangiando, vi offro un piatto con le mie preferite!

Share:

18 settembre 2014

Croccante soffiato

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Sono in dolce attesa, e chi segue il mio profilo Facebook o Instagram lo saprà già da ormai diversi mesi. Capita che in questo periodo la maggior parte di noi donne sia soggetta a voglie improvvise. A parer mio non credevo in questa cosa, e sinceramente ne sono ancora molto scettica, in quanto credo che le voglie vengano a tutti uomini e donne in qualunque fase della loro vita. Comunque sia, le voglie che hanno destato la mia attenzione in questo periodo sono state due soltanto. Una sfrenata voglia di patate cucinate in qualunque modo purchè patate! Ne avevo talmente tanta voglia che pur avendo io fatto diverse ricette non ho avuto il tempo di fotografarle, che sia un bene o un male non saprei, magari per mesi vi avrei assillato con uniche ricette di codesto tubero, e magari ne avreste poi avuto le tasche piene! Un'altra voglia che mi è venuta proprio ieri è stata quella del croccante. Ma non di un croccante normale, con nocciole o mandorle o sesamo o pistacchi, ma di uno fatto a posta per me. Uno che ricordasse bene i baracconi nei giorni di festa del paese, un croccante che mi portasse bambina. E non ci crederete, ma ci sono riuscita! Quando l'ho messo in bocca mi sono sciolta! Vi spiego ora come farlo..

Share:

15 settembre 2014

Concorsi a base di Like? NO GRAZIE!!



"Oggi, 15 settembre 2014, è stata organizzata una protesta contro quei concorsi in cui i vincitori non sono scelti da una giuria, ma sono decretati dai "Mi piace". Se aderisci alla protesta, condividi questo post e, se hai un blog, pubblicane il testo anche lì.

Perché siamo contrari ai concorsi a base di LIKE?

- perché non premiano la bravura e la competenza;
- perché rappresentano per eccellenza l’anti-meritocrazia;
- perché sono la versione facebookiana delle lobby, del nepotismo, delle baronie;
- perché danneggiano anche l'azienda che vi si affida (che finisce per fare spam e non pubblicità).

Molto meglio una sana e golosa competizione a suon di mestoli, pentole e assaggi visivi, ma soprattutto… che vinca il migliore!"

AVETE SMARONATO LE PADELLE CON STE RICHIESTE DI VOTI! SAPPIATELO!!!

Grazie a Teresa De Masi per questa bella iniziativa 
e tu che aspetti a condividerla?!
Share:

30 agosto 2014

SPADELLATA DI CAROTE E CAVOLETTI

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic 

Non so da voi, ma qua al Nord l'estate si è fatta sentire di rado. Ci sono stati giorni di pioggia, di nebbia, ma anche diversi giorni di sole e caldo. L'afa presente era costante e fastidiosa, però la gioia di stare all'aria aperta, magari a coltivare frutta e verdura nel proprio orto ti gratificava le giornate. Vedere crescere pomodori, carote e quant'altro grazie alla terra, all'acqua, al sole e alle tante cure dietro è bellissimo, tutto ha un altro sapore, e gioisco nel vedere poi i miei piatti pieni di tutto ciò che mi sono creata con le mie mani. La terra è magica, la terra nutre e dona.
Share:

29 agosto 2014

COMPOSTA DI PERE ALLA CANNELLA

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic 

 Avete presente il detto "Rimboccarsi le maniche"? Sono ormai un paio di giorni che ci penso. Capita sovente questo pensiero. Il tutto legato alla crisi che sta calpestando l'Italia. Un paio di giorni fa, usando la macchina di mio marito, il cd passava una canzone del 2008 del cantautore Caparezza. Era diverso tempo ormai che non la sentivo più, e ammetto che mentre l'ascoltavo parola per parola mi sono venuti i brividi a sentire così tante parole Vere, legate allo stato in cui l'Italia è oggi.
Share:

18 agosto 2014

PERE COTTE ALLA ROSA CANINA E TIMO

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic 

Da quando abbiamo casa nuova con il frutteto, ogni estate mi ritrovo chili e chili di frutta da smaltire. Adoro vedere i frutti nascere e poi piano piano maturare col sole. Adoro vedere la natura all'opera. Quando è tempo di raccogliere pere, mele, pesche e prugne mi sento sempre come una bambina che va a trovare i nonni in campagna e li aiuta nella raccolta, solo che i nonni non li ho ed il frutteto è il mio. Raccogliere i frutti, sapere che li ho curati io, annusarli e gustarli è sempre una meraviglia ogni anno. Dalle composte, alle marmellate, alla surgelazione di pere e pesche per fare poi sorbetti quando ci sono cene o pranzi pesanti con tani ospiti è sempre bello. Sono i tuoi frutti, è il tuo raccolto e non c'è cosa migliore.
Share:

16 agosto 2014

PURE' AL GOUDA E PREZZEMOLO

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Sin da bambina ho sempre amato le cose semplici, il sapore dei piatti tradizionali, il profumo delle erbe aromatiche, il semplice gesto di mescolare tutti gli ingredienti all'interno di una ciotola e gustarne il sapore mettendo un dito dentro l'impasto per poi leccarlo con gusto. Uno dei piatti che ho sempre amato, e che continuo ad amare è il purè. Adoro sentire cuocere le patate all'interno della pentola, sentirne il profumo, aggiustarle di sale, mettere a scaldare il latte e regolare con la quantità di burro che più adoro. Il purè è uno dei miei piatti dell'infanzia, e lo porto nel cuore come se fosse un tesoro.

Share:

11 agosto 2014

PEPERONI ARROSTO ALLE DUE SALSE

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic 

Ognuno ha i propri gusti no? Amiamo determinate cose, mentre altre proprio non le possiamo vedere, oppure per accontentare magari un amico che ci invita a cena e cucina cose che proprio non ci garbano per non essere maleducati e dire "no, non mi piace" ingoiamo cose che di notte sappiamo ci faranno venire gli incubi. Altre volte invece è proprio grazie a qualcuno che cucina una determinata cosa in un modo particolare, che ci innamoriamo di quell'alimento. Ecco! Questo non è il mio caso! Io non amo molte verdure ed in nessun modo riesco a mangiarle. Ne sono un esempio i peperoni! Non li sopporto, e nemmeno li cucinerei se non fosse che mio marito li ama, un po come il sedano [ma questa sarà poi un'altra ricetta che vi mostrerò più avanti], e quindi ogni tanto ma solo quando è veramente stagione, dato che li coltiva nell'orto, glieli preparo. Perchè si sa, l'amore ci porta anche a cucinare l'impensabile.

Share:

6 agosto 2014

ACQUA DIGESTIVA CON GHIACCIO ALLA LAVANDA

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic 

 L'estate è il periodo che più amo dopo la primavera. Quella che si è presentata quest'anno aveva qualcosa che non andava, il tempo pazzerello, pioggia a catinelle, e sole che c'era e non c'era. Il periodo delle grigliate e delle grande abbuffate in mega tavoloni di legno, seduti su delle panche circondati da amici che apprezzano la tua cucina sta finendo. Il chiacchiericcio sotto l'ombra di un albero resterà solo un ricordo. Le feste all'aperto, le domeniche in piscina o al mare resteranno nei nostri cuori, speranzosi che la prossima estate sia migliore, e ricominciando con le mitiche grigliate estive. Adoro le feste all'aperto, adoro il profumo della griglia ed il brontolio degli ospiti che hanno fame. Ma dopo una bella mangiata, per chi come me non beve alcolici per digerire, cos'è meglio di un'ottima acqua aromatizzata?
Share:

4 agosto 2014

ZUCCHINE AL GRATIN DI FORMAGGI

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

 Scrivo questo post di domenica, dal mio studio vedo il portico di casa che viene illuminato da un tiepido sole, l'estate proprio non si decide ad arrivare. La mattinata è passata molto lentamente, dopo un tempo autunnale e tante ore passate a letto a farci le coccole, noi due ed il nanetto ancora nascosto nella mia pancia. Ci accarezziamo e gioiamo dei minuti che passiamo assieme, accoccolati sotto le lenzuola. Scrivo, guardo il sole che fa capolino da dietro le nuvole e intanto attendo degli amici per un aperitivo veloce, dicono vogliono vedere il mio panciotto, dolci loro, e noi li accogliamo a braccia aperte, come se non li vedessimo da anni, anzi, forse è proprio così.

Share:

1 agosto 2014

PARMIGIANA DI POMODORI

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic

Era il giorno 26 Luglio, per la prima volta ti ho sentito. Era una notte di quelle in cui non riesco a prendere sonno, e tu mi hai tenuto compagnia con i tuoi calcetti. Sarai pure piccolo una ventina di centimetri, ma già ti dai da fare per tenermi sveglia. Quella notte io e papà ci siamo stretti in un forte abbraccio, seguito poi da un bacio passionale e abbiamo capito che nella vita sono le cose semplici a renderci maggiormente felici. Un calcio, un bacio, un abbraccio, una notte in cui non si riesce a prendere sonno. Credo che la tua semplicità ti porterà lontano, e io ti farò apprezzare ogni minima cosa, anche quelle superflue, perchè nella vita non bisogna mai dare nulla di scontato. Ti farò capire che nella vita dovrai cogliere le piccole cose per cercare di apprezzare meglio le grandi cose, che magari a fatica riuscirai a prendere. Ti farò apprezzare il gesto del saluto, o della stretta di mano forte e decisa, ti farò umile e ti insegnerò a gustare i prodotti della terra con semplici e pochi ingredienti.
Share:

24 luglio 2014

Torta al limone

Image and video hosting by TinyPic

Ho un nuovo nome. Non io. Ma lui! Sì, il blog ora si chiamerà (e spero di non avere più ripensamenti) Lullaby Food Props. Cosa ne pensate? Vi piace? Dopo tanto rimuginare, pensarci su, provare diverse garfiche, nomi e portali, mi sono decisa a restare su blogger e comprare un dominio, così per cambiare aria, per respiarare aria pulita. La grafica per ora è solo in standby, ancora devo decidere su quale fermarmi, ma per il resto nome e header ci siamo e ne sono molto soddisfatta. Per festeggiare il mio ritorno, quindi vi offro una bella fetta di torta, che ne dite? Facciamo festa assieme?
Share:

28 aprile 2014

Insalata fredda di carciofi

Image and video hosting by TinyPic

Esiste per voi una verdura che non vedete proprio l'ora di mangiarla? Una di quelle che aspettate che sia la stagione giusta per comprare ed assaporare nel suo pieno gusto, sentirne la croccantezza, il sapore, il gusto che vi prende la bocca e che non vi molla più? Esiste quella verdura che quando vedete presente in un piatto già lo amate, anche se magari al suo interno c'è qualcosa che proprio non gradite? Una verdura che mangereste fino a scoppiare, tanto è buona per voi? Per me quella verdura è il carciofo! Quando la primavera arriva, io mi sveglio e mi si sveglia pure lo stomaco! Credo di aver mangiato i carciofi in diversissime versioni, e credo di averle adorate tutte. Uno dei modi in cui lo amo gustare è crudo. Quando mi scrocchia in bocca e sento il suo sapore, vado in bisibiglio. Se poi magari lo accompagnate con delle scaglie di parmigiano, credo che potrei anche morire.


Share:

24 aprile 2014

Quiche alla crema di piselli e asparagi

Image and video hosting by TinyPic

Metti una mattina improvvisa. Un programma per la giornata ben preciso, per non perdere il ritmo con tutte le cose che devi fare, produrre e consegnare. Metti un piccolo ma bello e dolce imprevisto. Metti Lui. Mio nipote che piomba in casa nostra alle 9 di mattina con mio suocero. Metti che i programmi segnati su di un foglio vengono declassati dalla furia e dall'amore che provi per quella creatura di nome J. Metti che un giorno vorresti avere un figlio come lui (magari che ascoltasse un po di più però) a cui insegnare tutto. Però sai bene, che quel traguardo non è così facile da raggiungere. Metti lo stress, metti l'ansia, o il troppo pensarci. Metti però che quel momento, quella mattina nessuno te la può portare via, e allora che fai? Gli insegni le cose che vorresti insegnare al tuo futuro, alla tua anima, al tuo o tuoi pargoli che girano per casa. Ne approfitti, gli metti un grembiule ed un cucchiaio di legno in mano. Gli insegni che per fare una torta che viene dal cuore deve essere originale e non presa da un libro. Gli insegni che la focaccia per restare morbida sopra deve essere bagnata con l'acqua e massaggiata con le dita, prima di essere infornata. Gli dici che per rendere più croccante il bordo di una sfoglia lo devi spennellare piano piano con un tuorlo sbattuto. Gli insegni l'amore di  un gesto delicato come quello di mescolare l'impasto di una torta con il cucchiaio di legno e non della rotella del mixer. Gli insegni l'amore per la cucina, e speri che non lo scordi mai.


Share:

22 aprile 2014

Biscotti senza burro e uova

Image and video hosting by TinyPic

Scrivo questo post dopo le due maratone del cibo più famose nel calendario Maya dopo le feste Natalizie. Scrivo la sera di Pasquetta, programmando il post per domani mattina. Scrivo, mentre sto ancora digerendo torte salate, pizze pasquali, carciofi alla brace, cioccolato, dolci, fragole e quant'altro ho ingurgitato in questi due giorni. Il brutto sapete qual è? Che temo il peggio per i 25 Aprile e per il primo Maggio. Che qualcuno mi salvi da queste abbuffate. Rapitemi, portatemi sopra un'isola deserta, chiudetemi in una stanza e buttate via la chiave, ma vi prego salvatemi!!! Che gnapossopropriofà! Ancora mi vedo le facce dei parenti ignari della mia nuova dieta vegetariana. Vedo ancora i loro occhi sgranati, oppure le risate che si sono fatte, o meglio ancora chi altamente incredulo mi ha messo la carne nel piatto ugualmente e solo dopo che l'ho rifiutata due volte si è reso conto che non stavo affatto scherzando. Credo che sia stato uno shock per molti, vedere che colei che fino a poco più di due mesi fa alla sola vista di una costata cruda sulla griglia aveva già la bava alla bocca. Oppure a colei che ogni scusa era buona per farsi un hotdog pieno di maionese e formaggio. Eh, ma che ci posso fare? Questione di etica? Questione di salute? Non so nemmeno io ancora bene, so solo che ho scelto. E la mia scelta è Vegetariana. E lo ammetto, come tanti mi hanno detto, ho scoperto cibi mai cucinati in vita mia, nuove varianti per i dolci, tanti sostituiti della carne, come il seitan anche se, ahimè non è che salti di gioia a mangiarlo (tutt'altro). I sapori che metto in bocca sono sempre una grandissima esplosione per il palato, ed è sempre una festa. Un po come questi buonissimi e croccanti biscotti da pucciare nel latte o nel thè. Senza burro e senza uova!


Share:

11 aprile 2014

Ricotta alle erbe

Image and video hosting by TinyPic 

Affermo di essere "Grande". Mangio la verdura a pezzi interi nel minestrone anzichè frullarla come una volta facevo. Mangio i legumi. Mangio anche se a denti stretti il radicchio ed i peperoni. Ho imparato ad amare la cipolla, io e lei abbiamo una storia d'amore segreta, ed ogni volta che le tocco il cuore piangiamo assieme e gli occhi bruciano. Lui ama i cavoletti di bruxeless, ed io li devo camuffare con l'uvetta sultanina se no rischio di soffocare per via del cattivo sapore che hanno. Dico di essere "grande" ma i broccoli ed i cavolfiori se me li mettete in un piatto, vi dico che non ho fame ma che sicuramente sono buonissimi. Dico che sono "grande" ma la gorgonzola mi fa ribrezzo. Dico di essere "grande" ma forse forse non lo sono ancora. Perchè poi, essere grandi cosa significa? Significa lasciare l'adolescenza e l'infanzia alle spalle e provare cose nuove? Verdure e formaggi compresi? Oppure "diventare grande" è altro? O sono due cose legate assieme? Io, credo di essere "grande" e magari lo sono anche, però la ricotta No! No! No! A meno che non sia al forno!

Image and video hosting by TinyPic 

Ricotta alle erbe cotta al forno
Ingredienti:
una ricotta fresca
erbe aromatiche (erba cipollina, prezzemolo, aglio essiccato, pepe nero, rosmarino)
sale
olio extra vergine

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic 

Procedimento:
Fare una ricottina al forno è molto semplice. Prendete una ciotolina e versateci dentro tutti gli aromi, sale compreso, mescolate bene. Mettete la ricotta in una teglia ungetela con un poco di olio (sia teglia che ricotta) e cospargete poi la ricotta con il mix di erbe. Cuocete in forno ventilato a 180°C per un'ora circa, fino a che no vedete che si forma una crosta lungo i bordi. Servite calda con dei pezzi di pane o delle verdure. 

Image and video hosting by TinyPic 

"Un bambino può insegnare sempre tre cose a un adulto: 
a essere contento senza motivo, 
a essere sempre occupato con qualche cosa, 
e a pretendere con ogni sua forza quello che desidera." 
Paulo Coelho
Share:

9 aprile 2014

Zuppa di pomodoro

Image and video hosting by TinyPic

Lo so, lo so, non me lo dite che già lo so. Siamo ad aprile ed i pomodori ancora non ci sono. Ma io l'anno scorso ne ho fatto una scorta che tra barattoli e sacchetti messi in freezer, posso dar da mangiare ad un reggimento, quindi tranquillizzatevi che non ho comprato i pomodori fuori stagione! Giammai!! Vade retro pomodori fuori stagione che son solo tanto farinosi e privi di sostanza. Da quando ho iniziato la mia dieta vegetariana ho riscoperto il piacere delle zuppe ed ormai ne faccio di continuo. La zuppa di pomodoro però non l'avevo mai mangiata e mai preparata, perchè credevo somigliasse semplicemente ad una passata fatta in casa. Ed è proprio lì che mi sbagliavo! Non sa assolutamente di passata, o meglio, lo saprebbe se non ci si mettessero dentro i giusti aromi! Perchè son proprio loro che fanno cambiare il gusto a questo piatto. Durante la preparazione ero scettica, ma poi, al primo cucchiaio me ne sono perdutamente innamorata!

Image and video hosting by TinyPic

Zuppa di pomodoro
Ingredienti per 4 porzioni:
1 cipolla dorata
1 spicchio d'aglio
2 friggitelli
800gr di pomodori pelati
1lt di acqua
sale
pepe nero fresco
aromi secchi
olio extra vergine d'oliva
200gr di ricotta fresca

Image and video hosting by TinyPic 

Image and video hosting by TinyPic 

Procedimento:
Prendete la cipolla e tagliatela a pezzettini piccoli, fatela rosolare in una pentola con un filo d'olio. Mentre la cipolla rosola, prendete l'aglio pelatelo e schiacciatelo con un coltello, fatelo poi rosolare assieme alla cipolla. Tagliate a pezzettini i due friggitelli e metteteli nella pentola assieme all'aglio e alla cipolla, fate rosolare ancora qualche minuto. Prendete i pelati e fateli sgocciolate dentro allo scolapasta e versateli poi nella pentola, con l'aiuto di una forchetta schiacciateli fino a che non si disfano. Salate, insaporite con diversi aromi (rosmarino, salvia e timo) versate l'acqua, abbassate il fuoco e fate cuocere per circa 30 minuti. Una volta che la zuppa è pronta pepate  e frullatela con l'ausilio del frullatore ad immersione. Preparate in una ciotola la ricotta da versare nella zuppa, con un filo d'olio, aromi e pepe. Formate poi delle quenelle e mettetele al centro del piatto dove avete versato la zuppa. Consumate la zuppa calda, o anche fredda, accompagnata con dei crostini.

Image and video hosting by TinyPic 

"Perché i contadini si mettono nudi davanti ai pomodori? 
Per farli diventare rossi!"
Anonimo
Share:
© LULLABY FOOD&PROPS | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig