30 luglio 2012

{Chiudo per ferie..}

La mia cucina virtuale non ne può più.. 
tutti questi strani personaggi che popolano il nostro clima mi stan facendo schittà, 
e quindi passo e chiudo per un mese!
nada ricette, nada forno o fornelli, nada foto..
chiuso!



ci sentiamo a settembre, ma ovviamente su facebook mi trovate sempre, 
in quanto anche se chiuso per ferie, non vuol dire che io non ci sia, 
mica vado in vacanza..
seee magari.. le vacanze ormai le abbiam già date!!
un bacio a tutti!
seguitemi ancora per questa settimana su Lullaby's old stuff


poi anche quello per 3 settimane lo chiuderò per ferie!
Auguro buone vacanze a tutti!!
KISS KISS 
Share:

27 luglio 2012

{Filetti croccanti su insalata di piselli e mais}

Mi piace il pesce, 
amo i crostacei, 
odio i molluschi i quali io chiamo affettuosamente "MOSTRI"
Eh che ci volete fare, so viscidi, li metto in bocca e mi sembra di avere una lumaca che cerca di scappare, 
e io ben ben aiuto sputando 
(so che è da maleducati, però prendo il tovagliolo eh!!) 
e liberandoci da quel supplizio che ci è stato dato..
dicevo.. mi piace il pesce, e come tutti i bravi bambini adoro il merluzzo!! 
evviva il capitano Findus!!
torniamo seri.. 
pesce.. 
al mio lui non piace, ma questo mica vuol dire che non debba cucinarli, 
ok io a lui non faccio i peperoni perchè a me non piacciono, però, però chi sta in cucina?!? 
so io! e quindi IO decido! 
e quindi, perchè no, ogni tanto il pesce mica fa male, e voi mi direte, pure i peperoni tesoro! 
eh no! qua vi sbagliate.. 
i  peperoni son demoniaci, un po come i molluschi.. 
e pensare che da bimba li mangiavo, persin crudi.. ora non li posso vedè..
bando alle ciance, anche se all'uomo il pesce non piace, io almeno 2 volte a settimana lo faccio, 
e che non faccia storie!!
tiè futuro maritino, beccati questo 
(che poi, bo.. a lui basta che sia croccante e ti mangia pure una scarpa..)

Filetti di merluzzo croccanti su insalata di piselli e mais dolce


Ingredienti:
4 filetti di merluzzo
prezzemolo
olio
sale 
pepe e aromi vari
450gr di piselli
200gr di mais dolce (io l'ho preso in scatola, anche se avevo qualche campo di granturco da depredare..)

Procedimento:
in un piatto mescolate il prezzemolo, il pepe, il sale e i vari aromi (salvia nel mio caso), prendete i filetti di merluzzo e impanateli con il miscuglio di sapori! prendete una padella anti aderente, fate scaldare  un filo d'olio e appena è caldo cuocete i filetti, finchè non saranno belli croccanti.
nel mentre prendete una pentola con acqua bollente e fate cuocere i piselli, preparate poi l'insalata di piselli e mais, condite con sale, pepe e olio.
preparate i piatti mettendo sul fondo l'insalata e sopra i filetti croccanti!




Mangiate e croccate!!
KISS KISS 
Share:

25 luglio 2012

{Quiche salata al profumo di salvia con zucchine e wurstel}

Io amo il salato, molto  più del dolce, adoro i farinacei, la pasta, un pezzo di pizza al taglio al mattino, però prima fra tutte adoro la pasta sfoglia! e chi non l'adora non capisce la meraviglia e il tripudio di golosità che ti riempe la bocca! un'ingrediente che non deve mai mancare in frigo, oltre alle uova ovviamente, è lei la pasta sfoglia! perchè grazie a lei puoi riuscire a salvare un pranzo o una cena quando sei di fretta, quando devi scappare, oppure quando proprio non ne hai voglia! la pasta sfoglia è un salva-tempo e non potete negarlo!!
salva tempo come questa quiche che ho fatto l'altro ieri sera!

Quiche salata al profumo di salvia con zucchine e wurstel


Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia rotonda
2 uova
2 zucchine
foglie di salvia
1 wurstel 
50ml latte (non avevo la panna)
1 sottiletta (non avevo altri formaggi -.-)
sale
pepe

Procedimento:
Stendete la pasta sfoglia nello stampo, bucherellatela in modo che non si gonfi durante la cottura.
Prendete le zucchine, lavatele e grattuggiatele, fate lo stesso con il wurstel, versate il tutto in una ciotola, salate, pepate, unitevi le due uova, il latte e la sottiletta tagliata a pezzetti piccoli.
lavate e tritate le foglie di salvia ed unitele al composto!
versate il tutto nello stampo foderato dalla pasta, create il bordo, spennellate il bordo con l'uovo (altro non ho fatto che intingere il pennello nel composto), infornate (forno preriscaldato) a 200°C per 15 minuti, e a 180°C per altri 15 minuti!
Potete mangiarla calda ovviamente, ma anche fredda!!



  
Buon appetito!
KISS KISS 
Share:

23 luglio 2012

{Brownies con nocciole tritate}


In questi giorni di afa, caldo, e sole cocente.. l’appetito per me è assente, 
però devo pur cucinare qualcosa per il mio lui, e quindi apriti forno, scaldatevi padelle, azionate i fornelli.. naaaaaaa ce sta Minosse che non aspetta altro che un mio passo falso.. 
però.. io non mi arrendo alla sua calura ed ecco cosa ne è uscito dal forno una sera 
di quelle in cui il forno vorresti non averlo nemmeno messo tra gli elettrodomestici della cucina, 
perché sappiatelo, io ho pure quello ventilato, e non immaginate quant’aria calda buffa 
dopo che si spegne per potersi freddare.. cioè.. na doppia morte per me.. 
però c’era di bello che quella sera, oltre alla voglia irrefrenabile di qualcosa di dolce che avevamo entrambi c’era anche una leggera brezza, ma leggera giusto per non farci illudere troppo, 
e poi una luce perfetta del tramonto che mi ha regalato delle foto meravigliose.. 
quindi! Minosse! Dopo i macarons beccati sta:

Brownies con le nocciole tritate!! Tiè!


Ingredienti:
125gr di cioccolato al latte
90gr di burro
250gr di zucchero a velo
1 bustina di vanillina
2 uova
80 gr di farina 00 (anti-grumi della Molino Chiavazza)
30gr di cacao amaro
½  cucchiaino di lievito
120gr di nocciole tritate
Procedimento:
in un tegame sciogliete a bagnomaria il cioccolato, nel frattempo che il cioccolato si scioglie lavorate con le fruste in una ciotola il burro, lo zucchero e la vanillina, dopo di che unitevi le uova precedentemente sbattute, lavorate con le fruste per almeno 5 minuti, incorporate in ordine, alla crema ottenuta il cioccolato fuso, la farina e il lievito. Aggiungete per finire le nocciole tritate, versate il composto in uno stampo rettangolare foderato di carta da forno (bagnata e strizzata) e cuocete in forno (preriscaldato) a 180°C per 35 minuti. Una volta cotta lasciate raffreddare e tagliate a cubotti!




E con questa ricetta siamo ad un punteggio di:
Soribel 2 – Minosse 0
Non mangiatela calda mi raccomando!! Anche se è ancora più buona!!!!
KISS KISS 
Share:

18 luglio 2012

{Pancakes salati con salmone affumicato e salsa acida all'aglio}

Giorni fa, andando a far visita nelle vostre belle pagine,
cosa che ormai faccio sempre meno spesso e che mi dispiace molto,
sono stata a trovare Stefania padrona di casa di Cool chic style confidential,
il suo è stato uno dei primi blog che ho trovato quando mi sono imbattuta in quest’avventura della blogosfera, ed è stato amore a prima vista..
ricordo ancora la sua vecchia grafica,
la bell’illustrazione di una donna dai capelli rossi come immagine del profilo,
ricordo molte delle sue ricette tramite la memoria fotografica che madre natura mi ha donato,
ricordo che ogni volta era come se entrassi in un ristorante di lusso, e lo è tutt'ora,
per via delle foto meravigliose!
Ricordo l’idea di fare il sale aromatizzato perché l’ho visto per la prima volta da lei,
e ricordo ancora i bei colori che aveva in quel piano da lavoro su cui ha fatto le foto..
Stefania è una persona meravigliosa, capace e brava! La ammiro molto! 
E giusto qualche giorno fa vedendo il suo blog, 
vedendo una ricetta a dir poco semplice e deliziosa che lei l’ha ideata per una cena, 
cosa che io non avevo mai pensato di fare, mi son detta.. 
“cavolo! Domani li faccio  per pranzo! A modo mio  però” eh sì.. 
perché io sono una che sbircia e prende spunto, 
non amo fare le cose paro paro come sono state fatte dagli altri, aggiungo o tolgo qualcosa, 
e in questo caso per esempio, ho usato una mia ricetta per questo piatto!

Pancakes salati con salmone affumicato e salsa acida all’aglio


Ingredienti: (per circa 20pancakes)

200gr di farina di manitoba Molino
250ml di latte
60gr di burro fuso
1 cucchiaino di lievito per salati
2 uovo
½ cucchiaino di sale
Olio

Per la salsa:
Una confezione di panna acida da 200ml
100ml di yogurt bianco magro
Erba cipollina
1 spicchio di aglio

Salmone affumicato tagliato a fette
Prezzemolo (facoltativo)

Procedimento:
Versate in una terrina tutti gli ingredienti secchi, farina, lievito, sale e mescolateli assieme, rompeteci dentro le uova e amalgamate con le fruste, aggiungendo pian piano il latte a temperatura ambiente e il busso fuso lasciato raffreddare, fino ad ottenere un impasto semi liquido e senza grumi.
Lasciate  riposare per mezz’oretta!
Nel frattempo potete preparare la salsa, prendete una ciotola, versateci dentro la panna acida, lo yogurt, l’erba cipollina tagliata a pezzettini e lo spicchio d’aglio passato al mortaio, mescolate per bene il tutto, e lasciate riposare in frigo fino al momento di servire con i pancakes.
Trascorso il tempo, potete iniziare la cottura dei pancakes, ungete una padella antiaderente e a cucchiaiate versateci sopra il composto, appena si inizieranno a formare delle bollicine, girate e fate cuocere l’altro lato. Continuate così fino all’esaurimento dell’impasto.
Ora potete impiattare e portare in tavola! Guarnite con il salmone, la salsa e il prezzemolo!




La mia sicuramente non ha nulla a che fare con quella di Stefania, 
la cosa in comune è che sono dei pancakes e l'uso del salmone da parte di entrambe!
Ringrazio Stefania, per la bellissima e buonissima idea del fare i pancakes non solo per colazione, 
ma anche come portata principale in una cena o pranzo!
Vi auguro un buon lunedì!
KISS KISS 
Share:

16 luglio 2012

{Macarons Pink ladies con cream forsting salata}

Sono giorni ormai che ho voglia di andare a Parigi, 
ritornare in quel luogo meraviglioso e stupendo che è quella città! 
Poter passeggiare nuovamente in Piazza Trocadero, e restare senza fiato guardando la Torre Eiffel.. scendere i gradini, toccare l’acqua delle fontane, togliere le scarpe 
e camminare a piedi nudi nell’erba dei giardini, sempre fissando la punta là in alto della Torre; 
oppure camminare negli immensi giardini di Luxemburg, 
dare da mangiare alle anatre dentro la fontana, 
o ai piccoli passerotti che si avvicinano e ti mangiano dalle mani.. 
oppure ancora tornare nel luogo che più mi è rimasto nel cuore, oltre alla splendida Reggia di Versailles, 
al Sacro Cuore e a Place de Tertre.. 
Ho amato quei due luoghi e non hanno mai lasciato il mio cuore, 
ho adorato ammirare tutti quei pittori che invadono la piazza 
e che ti fermano ad ogni metro che fai per proporti un loro ritratto, 
e che non  si sa come, se vieni dall’Italia ti riconoscono subito, 
e mentre ammiri il panorama che si vede dalla collina mangi un macaron o due, 
e ascolti gli artisti di strada che intrattengono i turisti, 
e ti trasportano con le note di un violino in un altro mondo. 
ecco questa è Parigi, e Parigi ti entra nel cuore..

Macarons pink ladies con cream frosting salata


Ingredienti: (per 30 macarons)
150gr di farina di mandorle
150gr di zucchero a velo
150g di zucchero
Colorante liquido rosso
110gr di albumi vecchi (io li ho separati dal tuorlo, messi in un barattolo e lasciati in frigo per 3 giorni)
38gr di acqua

per la cream frosting salata (che altro non è che crema al burro):
125gr di burro
125gr di zucchero a velo
60ml di panna

Mezzo cucchiaino raso di sale

Procedimento per fare la cream frosting salata:
fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente e riducetelo a pezzetti. Trasferitelo nel mixer, unite poco alla volta lo zucchero a velo setacciato e il sale, il tutto tenendo bassa la velocità del mixer. Una volta che gli ingredienti si sono ben amalgamati aggiungere la panna e aumentare la velocità, sino ad ottenere una crema chiara e soffice, lavorate per circa altri 5-10 minuti. Successivamente lasciate riposare in frigo.


Procedimento per i macarons:
Passare nel frullatore la farina di mandorle e lo zucchero a velo, fino a che non saranno una polvere finissima. Successivamente setacciare la polvere ottenuta per eliminare i grumi e unitevi metà albumi (55gr) 
ed il colorante alimentare (mettete tanto colorane finchè non raggiunge il colore desiderato), fino ad ottenere una specie di pasta di mandorle abbastanza solida. 
In un padellino fate sciogliere lo zucchero con l'acqua fino a far bollire il tutto, sempre tendendo il fuoco lento, non deve scurirsi troppo (io sono andata ad occhio). 
In una ciotola a parte montate a neve la metà degli albumi rimasti e quando saranno ben fermi abbassate la velocità della frusta e unitevi piano piano lo zucchero sciolto, e continuate a montare a neve fino a quando la meringa non avrà ottenuto un aspetto liscio e lucido.
Incorporate alla pasta di mandorle, ottenuta in precedenza, la meringa appena fatta  e mescolare dall'alto verso il basso con una spatola, molto ma molto delicatamente.
Versate il composto ottenuto in una sacca da pasticcere con una bocchetta liscia, prendete la teglia da forno nella quale avrete già messo la carta da forno e create dei dischetti di diametro non superiore a 3cm, se vedete che vi rimane il classico ciuffo della meringa sbattete un po' la teglia.
 Lasciate asciugare i dischetti per un'ora a temperatura ambiente 
(serve per creare la crosticina liscia classica dei macarons). 
Cuocete i macarons in forno preriscaldato a 120° per 14 minuti, una volta pronti lasciateli raffreddare.  
Per fare i successivi, vi consiglio di usare sempre una teglia fredda e non quella appena uscita dal forno, 
io ho usato 3 teglie così almeno tutti i 60 dischetti si sono riposati 1 ora contemporaneamente.
Una volta raffreddati prendete la cream frosting fatta, 
farcite metà dei macarons e chiudete con un altro disco. 
Schiacciate leggermente, conservateli in frigorifero per 24 ore, prima di degustarli tirarli fuori dal frigo un'ora prima in modo che tornino a temperatura ambiente.




Adoro i macarons, e il loro contrasto dolce con la cream frosting salata ci va a braccetto!
A Dicembre di quest’anno torneremo a Parigi, non vedo l'ora di vederla sotto le luci di Natale!

A bientot 
Share:

9 luglio 2012

{Costata su battuta di pomodori cuore di bue}

Che dire?!? Prima arriva Caronte, poi si è unito Inferno e mo' ce sta pure Minosse nella combriccola dei portatori sani di calura! 
No, cioè ne vogliamo parlare?!? 
Va bè.. è l'estate, che si può fare!? nada de nada! ciapa e purta a cà! (prendi e porta a casa!)
a me oggi n'è successa una, che bo.. so lo già di  mio che so scema, ma non credevo fino a sto punto! 
se seguite il mio profilo su faccialibro (aka facebook) avrete già fatto mille risate, 
e vi sarete dette che magari siete in buona compagnia! 
copio e incollo il mio stato:

"io bo..forse presa dal caldo forse perchè so svampita, sono andata al super per comprare 2, e dico 2 cose!! sono entrata, sono andata dritta dove dovevo andare.. prendo, vado in cassa.. 
arrivo a casa, apro il frigo e dico.. umh.. e per pranzo?!? 
ergo, al super dovevo prendere: un pezzo di costata e 2 conf. di acqua.. 
sono arrivata a casa sì, con 2 cose, 
ma nessuna era quella giusta! 
che sia il caldo?!?"

meglio che pubblichi una ricetta, che dite?!?

Costata su battuta di pomodori cuore di bue


Ingredienti (per 2, come sempre)
Un bel pezzo di costata (con l'osso perchè è più buona)
2 bei pomodori cuore di bue (freschi freschi dell'orto del suocero)
sapori vari (pepe nero, zenzero, sale, origano, rosmarino)
prezzemolo (o basilico, ma io non l'avevo)
olio

Procedimento.
Prendete la costata e insaporitela con tutti i profumi e i sapori che desiderate, lasciatela marinare per mezz'ora prima della cottura, in modo così da prendere un buon profumo!
trascorsa la mezz'ora scaldate per bene la piastra, ungetela di olio e cuocete la costata!
Pulite e tagliate a dadini i pomodori, salateli, pepateli, conditeli con un filo d'olio e colorate con il prezzemolo tagliato a pezzi, oppure con il basilico (che sarebbe meglio).
impiattate, mettendo sul fondo il battuto di pomodori, e sopra la costata tagliata a fette.




Mangiate, gustatevi i sapori e non pensate a Minosse!!

E per finire, fate un salto sul mio blog delle vendite!
http://lullabysoldstuff.blogspot.it/
Buon inizio settimana
KISS KISS 
Share:
© LULLABY FOOD&PROPS | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig