28 aprile 2012

{L'importanza del saper vivere}

Vi chiedete mai cosa sarebbe successo se aveste fatto altre scelte?
Preso altre strade?
Aver risposto sì ad una domanda a cui avreste magari dovuto rispondere no?
Pensate mai a come state trascorrendo la vostra vita?
O a come semplicemente trascorrete la vostra giornata?
Pensate mai senza considerare le conseguenze delle vostre scelte?
Io sono una di quelle che affronta la vita pensando ai "ma”, “se”, “però” e pieni di conseguenze e
su cosa potrebbe succedere, non prendo mai la vita alla leggera,
rimugino sulle cose molto a lungo, faccio le mie scelte considerando i pro e i contro, e spesso bho..
mi domando se sia il modo giusto di vivere.
Non è che ci sia qualcosa di cui mi pento della mia vita, anzi ora come ora la amo più che mai,
è solo che credo che pensare sempre alle conseguenze delle nostre scelte,
sia come una costrizione, come se fossimo bloccati dalla nostra stessa vita,
come se scegliendo una cosa pensassimo prima agli altri e poi a noi stessi.
Non credo di aver mai fatto scelte affrettate, o forse sì e ora mi hanno portata dove sono adesso,
però da che ne ho memoria ogni volta che devo fare una scelta nella mia testa macino ogni tipo di conseguenza che ne potrebbe derivare.
La si può chiamare vita?
Anzi, riformulo la domanda.
La si può chiamare vita a 23 anni, senza avere alcun tipo di responsabilità sulle spalle?


Credo che vivere significhi anche scegliere senza pensare,
fare le cose che desideriamo fare, scegliere una cosa anche se sappiamo che è sbagliata,
vivere al meglio e spesso senza pensieri,
vivere pensando che ogni giorno potrebbe essere l’ultimo,
fare scelte sconsiderate tanto poi qualcuno le sistemerà per noi,
fare tutto nella vita, praticamente affrontarla perché non si può mai sapere se domani ci siamo ancora.
Ecco perché se amiamo qualcuno dobbiamo avere il coraggio di dire “Ti amo”,
se si odia qualcuno dire “Ti odio”,
se si vuol fare qualcosa farla!
Se si vuol dire qualcosa dirla a sguarcia gola!!
Se si vuole qualcosa, cercare in tutti i modi di raggiungerla!
Se si vuole sognare che si sogni, perché nessuno ci deve tappare le ali!
Vivere la vita senza riserve, senza rancori, senza rimorsi o rimpianti, perché questo vuol dire vivere!
Vivere senza star sempre a pensare a cosa potrebbe dire o fare la gente, per via delle nostre scelte!
La vita è la nostra, ed è solo una!
Perché se mai un giorno scopri di avere un brutto male, che ti sta strappando via la vita pezzo per pezzo, non si può tornare indietro ma si può cercare di vivere i pochi momenti che ci restano al meglio.

In love memory of Biondo! Sorry if was not there! Questo post è per te!
KISS KISS ♥
Share:

26 aprile 2012

{ Uova in camicia con piselli }

Buongiorno mie care compari!! come ve la passate?
avete passato un bel giorno della liberazione?
io ahimè non ho festeggiato, decisamente non ne ho trovato motivo..
liberi da cosa poi? una volta magari lo si poteva essere..
oggi siamo degli oppressi, intrappolati in un italia il cui governo pensa solo ai suoi porci comodi,
come le nuove macchine blu in pronta consegna..
son un po' indignata e quindi non ho trovato piacere di festeggiare..
anzi.. ho festeggiato sì.. pulendo casa e stirando la pila di panni che avevo in armadio..
è così brutto vedere questo bel paese nello stato in cui è ora..
non la pensate come me?
sarà che ormai non si ha più il coraggio di fronteggiare gli altri..però cavolo!
il paese è nostro e sarebbe bello potercelo riprendere!!!
per cambiare argomento oggi vi propongo una ricettina veloce ma buona!!

Uova in camicia con piselli


Ingredienti per 2 persone:
500gr di piselli
2 uova
Mezza cipolla, una carota e un gambo di sedano per il soffritto
Acqua per la cottura
Olio e sale q.b.
pepe

In una padella versare l’olio e le verdure tritate per fare il soffritto, quando vedete che è dorato versateci i piselli puliti e mescolate, dopo 1 minuto versare dell’acqua bollente fino a riempire quasi tutta la padella, aggiungete i sapori e fare cuocere a fuoco lento con il coperchio.
Se vedete che i piselli, una volta asciugata l’acqua non sono ancora cotti, versatene altra e cuocete ancora qualche minuto.
Una volta che i piselli hanno quasi terminato la cottura ma che è presente ancora un po’ di brodo, rompeteci le 2 uova sopra e fate cuocere a fuoco basso ancora con il coperchio.
Appena le uova si saranno rassodate, potete terminare la cottura! servite con una spolverata di pepe nero e del pane tostato!




Buon appetito!
P.s. scusate l'assenza dai vostri blog, e le risposte a mail e commenti, presto passerò da tutte voi!!
KISS KISS ♥
Share:

20 aprile 2012

{ Nido di quaglia con spaghetti e agretti }

Buon venerdì pomeriggio dolci fanciulle!
Come state? avete visto che finalmente la primavera sta ritornado?!? c'è il sole!!! che bello che è! quasi mi ero scordata di come fosse, con tutta la pioggia che c'è stata in questi giorni!!
Il lavoro, come molte di voi mi han chiesto, procede molto bene, ne sono contenta, mi piace, so ancora come si disegna, e sono sempre super veloce, mancano giusto ancora un po' di misure standard, tipo larghezza dei mobili e altro, che pian piano vengono a galla!! oltre a fare progettazione e ristrutturazione lo studio tratta profettazione di interni, e lo adoro!! quindi le miei riviste di arredamento casa mi serviranno!!
sarò in prova fino al 31 maggio, poi vedremo come continuerà! spero bene!!
nonostante tutto le ore impegnata in ufficio per ora riesco a star bene dietro sia al blog,
alle ricette nuove che preparo, a facebook che al negozio su ebay!!
l'altro giorno mi son abbonata ad Alice cucina!! che bello!! son quasi quasi tentata anche ad abbonarmi a sale e pepe, però non son sicura che nell'abbonanamento siano compresi anche i libri da collezione che stanno allegando da qualche mese alla rivista.
In più a  maggio ci sarà il Taste a Milano, una cara ragazza me l'ha sconsigliato perchè sa com'è l'ambiente, però bho..sta cosa mi attirava, magari solo provare un anno e poi gli altri saltarli.. non saprei!
Qualcuna di voi sarebbe interessata ad andare?
Ma sapete che avevo  mandato la candidatura per Master chef?
bhè.. ieri ho ricevuto una telefonata, alla quale non ho potuto rispondere, oggi ho richiamato io ed erano i casting per il programma, mi han detto che a breve mi chiameranno indietro!! chissà!!
ma sì come si dice, provare non costa nulla..
Oggi la ricetta che vi propongo è fresca e con la verdurina di stagione primaverile che amo!

Nido di quaglia con spaghetti e agretti


Ingredienti (per 2 persone):
180gr spaghetti
100gr di agretti
4 uova di quaglia
1 cipollotto
1 carota
sale
pepe
olio
acqua

Procedimento:
Fate cuocere gli spaghetti in acqua bollente salata.
in un padellino fate rassodare le uova di quaglia.
prendete gli agretti, lavateli e privateli delle radici, eliminate per bene tutti i residui di terra.
in una padella fate scladare un filo di olio, rosolate poi il cipollotto tagliato precedentemente a fettine e la carota grattuggiata, e appena prenderanno un po di colore versate gli agretti, cuoceteli per circa 5 minuti versando anche mezzo bicchiere di acqua, insaporeteli con sale e pepe.
appena gli spaghetti saranno cotti, scolateli e fateli saltare nella padella insieme al condimento. per impiattare formate una specie di nido aiutandovi con il mestolo grande, e adegiatevi poi sopra le uova di quaglia, infine versate un filo d'olio sulla pasta.
Buona pappa!!




 Have a nice week-end!
KISS KISS  ♥
Share:

18 aprile 2012

{ Benim kebap }

Buon mercoledì care amiche, oggi praticamente è il mio primo giorno di lavoro presso
il nuovo ufficio di progettazione edilizia,
al momento sarò ancora in ufficio, ecco perché ho deciso di programmare il post
(lo sto scrivendo lunedì sera).
Chissà come sarà tornare di nuovo a disegnare dopo quasi un anno che non lo facevo,
chissà se mi ricorderò le cose basilari della progettazione e le leggi fondamentali?
Sapete, ho un po paura! Chissà cosa mi aspetterà?!
Ho paura di sbagliare e che il mio titolare si rimangi tutto quello che fin’ora ha detto su di me!
In fondo ci siamo visti una volta sola, e non sa come lavoro..
chissà cosa si aspetta che io sia.
Spero proprio di non commettere errori banali, e di essere all’altezza!
Anche perché ora come ora questo lavoro mi serve, e voglio essere pronta!

In questo ultimo periodo sto comprando riviste di cucina a bizzeffe, per capire quali siano le migliori,
e ho steso un elenco di quelle che amo!
Quella che non manco mai di comprare a inizio mese è Vero Cucina la adoro,
compro anche Cucina no problem, ma ultimamente
mi sto molto appassionando a Sale e pepe, perché non solo è una rivista di cucina bellissima, ma ti fa prendere, ovvero, ti cattura, sembra magica!
E in più ho scoperto Alice! Questa sì che è uno spettacolo!! Tant’è che prima della fine di aprile mi abbonerò perché l’abbonamento è scontato del 60% e
pagherei 39€ per 12 numeri più 2 libri in omaggio (ognuno costa 19€), di una rivista che costa 4.50€.
Siccome son presa molto dalla cucina,
siccome amo come ben sapete il kebab,
e siccome sapete bene che dovrei fare una dieta vegetariana,
ma non ci riesco, oggi vi propongo,
il mio Kebap!
Benim kebap! (turco)


Ingredienti per due persone:
2 piadine
20 fettine sottili di carne vitello
1 wurstel
Pomodori
Insalata
1 patata grossa
Mezza cipolla
2 uova
origano
Sale
Pepe
Olio
Grana a scaglie (facoltativo)

Procedimento:
Lavate, sbucciate e grattugiate la patata, successivamente fate lo stesso con la mezza cipolla, tagliatela a fettine. Prendete una pentola antiaderente, versateci un filo d’olio, fate imbrunire la cipolla e poi versateci la patata grattugiata, cuocete per pochi minuti, appena la patata sarà cotta.
In una ciotola sbattete le uova con sale, pepe e origano, in un padellino preparate una frittatina che poi tagliarete a striscioline.
Prendete le fettine di vitello e ricavatene delle striscioline, conditele con sale e pepe e fatele saltare per 1 minuti in padella, appena il rosso sparisce, spegnete il fuoco, in modo che non diventino dure.
Prendete il wurstel e tagliate anch’esso a strisce, fatelo saltare nella stessa padella in cui avete cotto le fettine di vitello, per pochi minuti, appena inizia ad abbrustolirsi.
Lavate e tagliate insalata e pomodori.
In una padella fate scaldare le due piadine, una volta calde farcitele con tutti gli ingredienti preparati, carne, insalata, patate, pomodori, frittatina e grana a scaglie (facoltativo, altera un po’ il gusto del kebab).
Farcite e gustate!!



 KISS KISS ♥
Share:

16 aprile 2012

{ Terrina di verdure croccanti al forno }

Buon inizio settimana dolci amiche. Come l’avete passato il weekend?
Io, il mio lui e il nostro cucciolo bau,
siamo stati a Sasso Marconi (BO) per un’esposizione canina, un raduno di Terrier.
Non potete immaginare i cani che erano presenti!
Nel primo giorno ce n’erano solo 40, il nostro cucciolotto si è fatto valere e non ci ha deluso,
si è piazzato secondo nella sua categoria!
Il secondo giorno, invece i cani presenti in gara erano udite udite.. 300!!!!
Io ahimè non sono riuscita a fare tutto le foto che desideravo
perché di punto in bianco la macchina si è scaricata!!
Il nostro bau durante la seconda gara invece non ha ottenuto i risultati sperati,
doveva gareggiare con cinque cani, due però si son ritirati causa giudizio negativo ricevuto il giorno prima, quindi su tre cani rimasti lui, ahimè, si è piazzato terzo;
non perché non fosse bello, perché comunque gli han dato il giudizio massimo,
ma perché sul ring non è stato fermo un secondo, ha abbaiato al giudice
e mentre lo valutavano ha fatto il seduto!!
Praticamente na tragedia!! Ma fa nulla!!
Io a dirla tutta delle manifestazioni non trovo molto interesse,
ma lo faccio per il mio lui che ci tiene parecchio!!
Più avanti vi farò vedere le foto.
Visto che in questo weekend ho mangiato solo tanto cibo spazzatura, tra pizze, focacce e patatine,
stasera vi propongo una bella terrina di verdure al forno!
Così ri-stabilisco l'alimentazione corretta!!
Fa bene a me, fa bene a voi, fa bene a tutti!!!


Ingredienti
(quantità industriale per due persone, praticamente per 4, solo che amiamo la verdura!):
800grdi patate
4 carote
2 zucchine
1 cipolla
qualche rametto di timo e rosmarino
Sale
Pepe
Olio d’oliva

Procedimento:
Lavate, pelate le patate (se desiderate, potete tenerle con la pelle, basta spazzolarle per bene sotto l’acqua corrente) e tagliatele a spicchi, mettetele nella teglia da forno aggiungendo olio e sale, cuocetele nel forno preriscaldato a 180° per 30 minuti circa.
Nel frattempo sbucciate le carote, dividetele a metà in lunghezza e tagliatele a pezzettini.
Lavate anche le zucchine e tagliatele a fettine sottili.
Fate la stessa cosa con la cipolla, lavatela, tagliatela a fettine.
15 minuti prima della fine cottura delle patate, mettete nella placca anche le carote tagliate a pezzi con qualche rametto di timo e rosmarino, spolverate con un pizzico di sale e del pepe, mescolate bene.
Dopo 5 minuti aggiungete a cottura le zucchine tagliate e fette e la cipolla.
Trascorsi i 30 minuti, tutte le verdure saranno pronte da gustare.




P.s. in ambito lavorativo ho una bella novità, ovvero da mercoledì inizio il periodo di prova presso uno studio tecnico! Incrociate le dita per me!
KISS KISS ♥
Share:

13 aprile 2012

{ Happiness }

"La Felicità è fatta di cose piccole ma preziose:
la melodia di una canzone,
il sorriso di una persona cara,
una carezza tenera,
una parola d'amore detta solo per te"

Oggi niente ricette, solo un puro e semplice stato d'animo..
In questi giorni dolci amiche son felice, tutto si muove e in positivo.
La felicità che da giorni mi porto dietro è reale, non è finta all'apparenza,
la posso toccare con mano e persino vedere.
Il blog, il mio piccolo mondo virtuale, sta crescendo, grazie anche a due fantastiche aziende quali la Silikomart e la Molino Chiavazza, perchè con loro da pochi giorni ho  instaurato un rapporto di collaborazione reciproca, quindi ho le mie prime collaborazioni in ambito culinario,
una piccola soddisfazione per me, anche se per alcune di voi può sembrare banale,
ma poter collaborare con determinate aziende mi fa credere ancora di più in me
e farmi capire che se si desidera fortemente qualcosa bisogna impegnarsi per raggiungerla.
Il mio profilo su facebook cresce a vista d'occhio, l'elenco di amici, anche se pur virtuali,
è sempre in costante aumento, anche grazie al blog.
Sono felice di avere questi due mondi sul web, mondi in cui posso essere me stessa in ogni momento, 
in cui conosco persone meravigliose ogni giorno,
persone grazie a cui scopro cose a me sconosciute,
si instaurano rapporti a volte unici e magici, altri pian piano col tempo,
altri che scemano subito, ma di questo non mi allarmo.
Sono felice in ambito lavorativo, perchè sia sul web che nel mondo reale tutto si muove,
tutto dà soddisfazione.
A breve per quanto riguarda il blog degli stencil,
e quindi la mia piccola attività farò un post che vi riporterà direttamente lì
e ai primi che lasceranno un commento donerò un piccolo pensiero!
quindi state ben allerta!
Il mondo del lavoro per me si sta muovendo in positivo, l'ultimo colloquio di lavoro che ho fatto
è stato speciale e credo di aver fatto colpo, ma per essere sicuri ancora non gioiamo troppo!
Sono felice perchè ho scoperto la fotografia, e specialmente perchè amo modificare al meglio ogni mio scatto, per cercare di renderlo magico, anche nei solo dettagli.
Questo weekend andrò a Sasso Marconi (BO) per un raduno canino, solo di razze Terrier,
il tempo previsto è di una costante pioggia di 48h,
ma anche di questo sono felice,
perchè per me la pioggià è fantastica e poter quindi sfoggiare la mia tenuta rosa da pioggia è una gioia!!


Ringrazio tutti voi che mi leggete e mi seguite su facebook,
vi ringrazio per la gioia che mi donate e per la sincerità che mai fate mancare!
Buon weekend!
KISS KISS ♥
Share:

11 aprile 2012

{ Torta 9 veli cioccolato e vaniglia, con crema nutellona }

Voi sapete bene quanto io ami la pioggia.
Sapete che adoro tirare fuori dall’armadio i miei favolosi stivali in gomma con i cuoricini.
Sapete che adoro saltare nelle pozzanghere.
Sapete bene che ho l’ombrello abbinato al colore degli stivali e quindi è
impossibile non accoppiarli quando piove.
Però, sapete anche bene che sto tempo non è mica tanto in quadro!
Cioè pasqua con sole e vento, pasquetta con sole e freddino, però al sole mi sono anche abbronzata perché era bello caldo, praticamente delle discrete giornate di primavera!
E oggi?!? E ieri?!? Cioè?!?
Ma ne vogliamo parlare del fatto che la caldaia di casa è partita e mi ha riscaldato casa?!?
Parliamo del fatto che di notte con il piumino leggero ho freddo, che ho tirato fuori i maglioni?!?
Ma parliamo soprattutto del fatto che il mio giardino sta ancora in standby, causa tempo indecente?!? Cioè.. dai!! Parliamone!! No! Perché io son allibita!! E che ci possiamo fare però?!? Prendere pioggia e basta, attendere che il sole decida di tornare a brillare!!
Come avete passato questi giorni di festa? Avete mangiato, mangiato e mangiato?!?
Ma anche passeggiato spero!!
Io praticamente, alla faccia del dottorino e della sua proposta indecente di una dieta vegan o vegetariana, mi son trangugiata chili di carne, formaggi e specialmente di dolci!
In particolare del MIO dolce di pasquetta!
Ricordo che l’anno scorso avevo fatto una torta ricoperta di cioccolato plastico con l’effetto trapunta, e decorata con le fragole.
Ma quest’anno volevo fare qualcosa di diverso, così avevo deciso di fare una torta margherita al cacao e ricoprirla con crema al cioccolato.
Così ho deciso e così ho iniziato la sera di pasqua a prepararla, solo che..
la torta non mi quadrava, non era soffice come la normale torta paradiso che avevo fatto, sarà per il fatto che ho voluta farla con l’aggiunta di cacao e quindi è risultata meno soffice.
Così mi son detta, va bè.. ci dormo sopra e poi decido, tanto domani siamo invitati alle 11,
quindi se mi sveglio presto ho tutto il tempo per rimediare!
Fatto sta che mi sono svegliata alle 6 di mattina in preda all’agitazione di non riuscire a fare la torta, che mi sarei presentata a mani vuote e che se mai fossi riuscita a farla sarebbe stato un disastro!! Praticamente ero nel PANICO!!
Ma voi, però non potete nemmeno immaginare il lampo di genio che alle 8.30 mi è venuto, mi son recata al super mercato e ho comprato il necessario!
Mi son detta, ma sì! Qualcosa verrà!!

Torta 9 veli cioccolato e vaniglia, con crema nutellona!


Ingredienti:
Pan di spagna al cacao:
4 uova
125 gr di zucchero di canna
125 gr di farina
25 gr di fecola di patate
40 gr di burro fuso (fatto freddare)
1 cucchiaino di lievito
1 pizzico di sale
20 gr di cacao in polvere
100 gr di cioccolato fondente fuso

Pan di spagna alla vaniglia rettangolare
(io ero di fretta e l’ho comprato al super, però era molto buono!!)

Per la farcia:
500 ml di panna montata
Acqua e zucchero per spennellare i pan di spagna

Per la copertura e la decorazione:
240gr di nutella
250gr di mascarpone
Una vaschetta da 250gr di fragole
1 sacchettino di ovetti pasquali



Procedimento per il pan di spagna al cacao:
In una ciotola montate a neve 2 albumi e metteteli in frigorifero.
A parte, in un’altra ciotola setacciate la farina, il lievito, la fecola e il sale.
In un’altra ciotola (eh sì bisogna fare tutto separato!!) montate con le fruste le 2 uova rimaste, i 2 tuorli, lo zucchero di canna e l’aroma di vaniglia, fino a formare una crema gonfia e densa (almeno per 5 minuti), unire successivamente alla crema ottenuta le farine e con l’aiuto di una spatola mescolare dall’alto verso il basso per evitare che la crema si sgonfi.
Unite poi gli albumi montati in precedenza, il burro fuso lasciato raffreddare, il cacao in polvere e il cioccolato fondente fuso.
Versate poi il composto così ottenuto in uno stampo precedentemente imburrato e infarinato (preferibilmente rettangolare, in modo che si possano avere 2 strati) e infornate a 180°C per 25 minuti, il forno deve essere preriscaldato!

Una volta che il pan di spagna al cacao è pronto e freddo, tagliatelo in due parti, prendete il pan di spagna alla vaniglia e cercate di ricavare da esso 3 strati, la forma dei due pan di spagna anche se non ve lo dico, deve essere uguale!

Montate in una ciotola fredda la panna montata, iniziate a vestire la torta, partendo da uno strato alla vaniglia, spennellato di acqua e zucchero, panna montata, strato pan al cacao, spennellato, panna montata e così via finchè non avrete finito tutti gli strati!

Per la copertura prendete la nutella e il mascarpone, amalgamateli assieme in una ciotola e una volta che la crema sarà bella morbida ricoprite l’intera torta!
Io non ho fatto una cosa precisina, perché non mi piaceva, mi è piaciuto vedere le spatolate! Decorate poi la torta, a vostro piacere, con gli ovetti pasquali e le fragole tagliate a pezzetti!



Non vi dico che goduria era la torta!! Mai fatta poi una torta che avesse più di 3 strati!!
Questa addirittura ne ha 9!!! Quando l’ho finita non ci credevo nemmeno io di averla fatta!!
E che buona era!! Da leccarsi i baffi!!
Quindi alla faccia del vegan e della dieta senza dolci, io me ne son pappata ben dù fette signore!!

KISS KISS ♥
Share:

6 aprile 2012

{Platessa al burro fuso e Auguri pasquali}

Il mio lui è finalmente tornato a casa, è arrivato ieri pomeriggio
dopo circa 7 ore di viaggio, dalla Germania.
Che dire, quando ci sono a volte ci stufano, ma quando non ci sono ci mancano!
Ed è stato proprio così!!
Ormai siamo nel weekend che precede la Pasqua!
Siete andati a messa? (a me, per piacere non lo chiedete! A mala pena credo in quello che vedo con i miei occhi! Però meglio lasciar stare quest’argomento.. troppe opinioni e troppo di cui parlare!),
siete stati a digiuno? Siete stati tentati? (io sì, lo ammetto!! Perdono!!),
avete stabilito il menù pasquale?! Io per fortuna non ho dovuto farlo, perché son stata invitata a pranzo, quindi mi limiterò a portare un solo piatto cucinato da me!!
In questi giorni ho avuto un serio problema intimo, che ahimè mi ha condotto a dover cambiare il più in fretta possibile la mia dieta!
Un problema fastidioso! Odioso! Che non auguro a nessuno di avere!!
Fatto sta che notando l’alimentazione a cui mi devo attenere, ovvero:
eliminare gli zuccheri semplici (che poi, cosa son sti zuccheri semplici?!?),
limitare il consumo di certi tipi di frutta
(mele, mirtilli, ciliegie e pere, praticamente nà coltellata in pieno stomaco!!)
e verdura, eliminare succhi di frutta, limitare molto latte e latticini,
evitare carni e pesci affumicate od essiccate,
ho così deciso di iniziare una dieta “semi-vegetariana”, perché semi?!?
Bhè io amo la costata, adoro i wurstel e morirei per mangiare un kebab!!
Quindi ogni tanto farò uno strappo alla regola!!!
Però, siccome nel mio repertorio fotografico di ricette di carne, pesce ed altri derivati, ho ancora parecchie foto, devo postarle, mica le posso tenere in magazzino?!?
Ah ma sapete il bello?!?
Il dottore mi fa “l’idea per una sana alimentazione, che dovrebbe seguire, sarebbe quella VEGANA!” e io prontamente pensavo “qistu l’è proprio fora!! Io che divento V-E-G-A-N-A?!?
No uova?!! No formaggi?!? Verdura e frutta?!? Frutta e verdura?!?
Magari mettiamo dentro il seitan e il tofu?!? No neee!! Mai!! Piuttosto mi impicco!!
No, ma questo sta svarionando?!? Non se ne parla proprio?!?”
però ho semplicemente risposto
“umh..vegan diet?! Dottore, mi tolga tutto ma non il kebab!! Pe piacere!!”..

Quindi oggi il repertorio di magazzino dell’archivio fotografico propone:
Platessa con burro fuso


Ingredienti (sempre per 2 persone):
4 filetti di platessa
50 gr di burro + quello per la cottura
Latte
Farina
Sale
Procedimento:
Passate i filetti di platessa sotto l’acqua corrente, per dar loro una pulita, mettetele a bagno per circa 15 minuti in una ciotola piena di latte, successivamente infarinatele leggermente.
In un tegame, scaldate qualche noce di burro, adagiatevi i filetti e cuoceteli a fuoco non troppo basso per 5 minuti per parte. Devono assumere un colore dorato fuori e restare morbidi all’interno. Salatele solo alla fine della cottura.
In un tegamino fate sciogliere il burro a bagnomaria e quando inizia a spumeggiare versatelo sulla platessa.
Servite subito caldo!!




Accortezze: sul fatto che la platessa dovesse stare 15 minuti a bagno nel latte ero molto restia, di fatti la pesce ha perso il suo sapore (già ne ha poco) e sapeva molto, troppo (a me non piace il latte) di latte, quindi il mio consiglio è quello di lasciarla a bagno solo 5 minuti e non di più!

Con questa ricettina, io vi saluto, vi auguro un gioioso weekend,
qua dicono che pioverà naggià a madre natura!
Vi auguro una serena Pasqua in famiglia,
e una divertente e gioiosa Pasquetta con gli amici!!
io farò na grigliata -.- non immaginate proprio come sto male al solo pensiero di dover mangiare poca carne!! -.-


KISS KISS
Share:

4 aprile 2012

{Spaghetti saltati con limone}

Buon uggioso mercoledì pomeriggio, ormai quasi sera, belle lettrici.
Avete visto che tempo c’è nei primi di aprile?
Grigiume, pioggerellina fastidiosa, freddino persino!
Fino a pochi giorni fa il termometro al sole mi segnava 28 gradi, e ora?!?
È mica il caso di rimettere i maglioni e quant’altro?!?
Io avrei anche sì da fare dei lavori fuori in giardino e questo tempo non me lo permette!!
Ho la mia staccionata bella nuova e tutta pittata di bianco, dalla sottoscritta, da metter giù!
Far venire il carico di terra, per livellare il giardino e il cortiletto di pietre, comprare le nuove piante da mettere a dimora e tanto altro! Ma con sto tempo come si fa?!?
C’è bisogno almeno che la pioggerellina vada via!! Uffà!! Non è per nulla giusto!!
Vabbuò mi consolo con il pensiero che domani il mio lui ritorna finalmente a casa, mando via la solitudine, la calma e la pace, per far rientrare la normalità e la vita quotidiana di sempre!
Sapete cos’ho deciso in questi giorni?!
A parte il fatto che mi sono fatta finalmente un’agenda!
Così la mia smemoraggine magari se và dal mio corpicino, piccino picciò..
Ho deciso che ricomincerò a scrivere un diario, mi è sempre piaciuto scrivere e liberare i miei pensieri con carta e penna mi ha sempre aiutato!
E in più la trovo una cosa rilassante e stimolante! Serve anche per tener libera la mente!!
In questi giorni, di cucinare proprio non se n’è parlato, per via del fatto che lui non c’è..
però ho spulciato tra la miriade di foto che ho di varie ricette
(tra l’altro anche voi fate tipo 30 foto di un solo piatto, se non di più e poi fate fatica a scegliere quella che è venuta meglio?!? Io ne faccio tipo mille nella stessa angolazione, poi cambio, altre mille e poi cambio e altre mille!! Secondo me è tutta colpa di queste macchinette digitali che hanno una super memoria!!
Quanto tempo ci mettete a sistemare le foto che fate?!? Io spesso e volentieri le accantono!! E poi le cerco nel momento del bisogno!!)
e ne ho ritrovata una, di cui ho accennato nel precedente post, che è stata in casa un successone!
Molto fresca, leggera e appetitosa, e anche perché no estiva!! Anche se l’ho fatta solo pochi mesi fa!


Ingredienti:
200gr di spaghetti
100gr di salmone affumicato (potete usare anche il tonno fresco se volete)
1 cipolla piccola
1 limone non trattato (a me li han regalati!! Che buoni erano!!)
Sale
Pepe
Prezzemolo

Procedimento:
Portate ad ebollizione in una pentola l’acqua per cuocere gli spaghetti, salatela e appena bolle versateci gli spaghetti. In una padella, versate un filo d’olio e fate rosolare la cipolla che avrete in precedenza tagliato a fettine sottili, tagliate a pezzetti il salmone e aggiungetelo alla cottura insieme alla cipolla.
Una volta che la pasta è cotta, scolatela, fatela saltare in padella, prendete mezzo limone e ricavatene il succo, versatelo sugli spaghetti e continuate a saltare, finchè gli aromi non saranno ben mischiati!
Decorate ogni piatto con una spolverata di prezzemolo, pepe e delle fettine di limone!
Et voilà! La pasta bella fresca è servita!!
 
KISS KISS 



Share:

2 aprile 2012

{ Risotto allo zafferano profumato all'arancia con salmone }

Buon lunedì signore belle!
Io è da lunedì scorso che sono a casa da sola, il mio lui è andato in trasferta per lavoro in Germania, e ci starà ancora fino a mercoledì, giovedì finalmente dopo dieci lunghi gioni lo rivedrò!! non vedo l'ora!!
Quando lui non c'è la casa è uno splendore
(non considerando il cane, che mi  devasta sempre i pavimeti puliti! però come tutti mi dicono spesso "l'avete voluto il cane! e mo ve lo tenete!!"),
non cucino perchè cucinare solo per me mi da noi,
non faccio partire la lavastoviglie (perchè non cucino, e i pochi piatti che uso li lavo a mano),
la lavatrice è partita una sola volta
(tra l'altro devo tirare fuori i vestiti e far partire l'asciugatrice! ora che mi ricordo),
faccio i giri in macchina che voglio
(perchè io sono quella che prende la macchina per liberare i pensieri,
adoro girare spesso senza meta e godermi i paesaggi),
non mangio e nessuno mi dice "MANGIA! SEI GIA' MAGRA, VUOI MICA SCOMPARIRE?!?",
mi mangio tutti i kebab che desidero (perchè I love kebab!!),
vado a fare shopping con estrema calma senza nessuno che mi assilla dicendo
"amore! ma quanti vestiti vuoi ancora provare? ma questo lo compri?
amore, sì ti sta bene! amore sono stufo!
tesoro ho mal di testa! vita mia, io non voglio comprare niente!
sì amore, va bene la prendo-ora però andiamo!
amore adesso ho fame dopo tutto sto shopping che mi hai fatto fare
(notare che sicuramente gli avrò fatto prendere giusto una cosa!!) facciamo merenda! amooooooooreeeeeee!!!!"
e poi posso prendere tutto con calma,
la calma e la tranquillità che spesso mi mancano..
mi è sempre piaciuto stare sola, adoro la mia compagnia,
adoro fare tantissime cose da sola, però non nego che lui mi manca!
eccome se mi manca, vedersi via webcam è così frustrante! spero non vi succeda mai!!

Comunque, tornando a noi!
volevo proporvi un piatto profumato oggi!
qualche giorno fa ero davanti al frigo con in mente l'idea di fare un risotto!
Tra me e me dicevo: "il riso ce l'ho, il brodo lo si fa, ho lo zafferano e... basta!?..
ah no!!
ecco là in fondo intravedo del salmone affumicato!
umh..e mo che ce fo? naaaa cambio idea, fo d'altro..
umh..però qua ho anche un'arancia, che chissà da quanto tempo sta qua..
umh..chissà se nel riso ci posso mettere l'arancia!!
ma che domande?!? certo!!
ho fatto la pasta con il limone tempo fa, tra l'altro devo ancora postare la ricetta, e che buona e fresca che era!!
ma sì dai!! e famoce sto risottino!!!"


Risotto allo zafferano profumato all'arancia con salmone
Ingredienti:
350gr di riso
100gr di salmone affumicato
il succo di un'arancia
1 cipolla
brodo vegetale
prezzemolo (perchè io lo metto ovunque!!)
burro
la buccia tagliata a fette dell'arancia per decorare (facoltativo)

Procedimento:
Sbucciate la cipolla, tritaleta e rosolatela per 1 minuto in una padella a fuoco dolce insieme a 2 noci di burro.
Unite il riso e lasciatelo tostare per un altro minuto.
Bagnate il riso con il succo dell'arancia, unitevi poi il brodo vegetale e portate a cottura unendo di volta in volta il brodo caldo.
Una volta che il riso è cotto, spegnete il fuoco, aggiungete il salmone tagliato a pezzetti, una noce di burro, il prezzemolo e mescolate.
Lasciate riposare un minuto e servite il risotto decorando con la buccia tagliata a fette dell'arancia.




Buon risottino!!
KISS KISS ♥
Share:
© LULLABY FOOD&PROPS | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig