19 marzo 2012

{ Un pezzo di Paradiso }

Buongiorno mie care, avete passato un bel weekend?
Da me in questo Piemonte il tempo è stato strano, sprazzi di sole qua e là con cielo coperto..
un po’ brutto.. ma ci si deve pur accontentare?
Ieri mattina, dopo 36 giorni di viaggio nelle Filippine,
i miei suoceri sono finalmente atterrati e tornati a casa.
Siamo andati a prenderli alle 9 ieri mattina,
abbiamo pranzato insieme così da poterci raccontare il più possibile il viaggio,
abbiamo visto una parte delle 1000 foto scattate,
e io ho scartato i miei mille regali, tra scarpe converse, maglie ralph lauren e la coste, cartoline, calamite, lampadari fatti con le conchiglie e tante altre cose,
abbiamo passato qualche ora insieme a ridere e spesso a meravigliarci dei loro racconti.

Per dirne qualcuno, là nelle Filippine la vita è dura, c’è molta moltissima povertà, il loro stipendio giornaliero si aggira attorno ai 250pesos che sarebbero 5€, quindi immaginate lavorare 8 o più ore e guadagnare 5€ ogni giorno..
immaginate i bambini che vanno a scuola da soli in mezzo al traffico,
immaginate cumuli di macerie e rifiuti che ogni giorno vengono bruciati perché è assente
(nei paesi più poveri) un servizio di raccolta rifiuti,
immaginate i mezzi di trasporto..
ogni luogo, ogni paese, ogni stato ha i suoi paesi di povertà e decadenza,
ne è pieno il mondo, e molto spesso ho fatto presente ai miei suoceri questa cosa,
 quando mi raccontavano le loro vicende,
solo perché noi abitiamo in una bella casa, con i servizi che lo stato ci offre,
non dobbiamo credere che è così ovunque..
basta aprire gli occhi per notare il degrado che spesso ci circonda.
La loro esperienza però gli è servita, han descritto i paesi in cui sono stati come
un’ Italia di più di 50 anni fa, anche se io credo sia ancora molto più indietro..

Ecco perché ho voluto, per il loro rientro, fare questa torta:
Torta Paradiso

Ingredienti per la base della torta:
4 uova
125 gr di zucchero di canna
125 gr di farina
25 gr di fecola di patate
40 gr di burro fuso (fatto freddare)
1 cucchiaino di lievito
1 pizzico di sale
aroma di vaniglia

Ingredienti per la crema:
500 ml di latte (ho usato quello p.s.)
100 gr di zucchero di canna
50 gr di fecola di patate
mezza bacca di vaniglia
200 ml di panna da montare
Zucchero a velo per decorare

Procedimento:
In una ciotola montate a neve 2 albumi e metteteli in frigorifero.
A parte, in un’altra ciotola setacciate la farina, il lievito, la fecola e il sale.
In un’altra ciotola (eh sì bisogna fare tutto separato!!) montate con le fruste le 2 uova rimaste, i 2 tuorli, lo zucchero di canna e l’aroma di vaniglia, fino a formare una crema gonfia e densa (almeno per 5 minuti), unire successivamente alla crema ottenuta le farine e con l’aiuto di una spatola mescolare dall’alto verso il basso per evitare che la crema si sgonfi.
Unite poi gli albumi montati in precedenza e il burro fuso lasciato raffreddare.
Versate poi il composto così ottenuto in uno stampo precedentemente imburrato e infarinato (stampo da 28cm) e infornate a 180°C per 25 minuti, il forno deve essere preriscaldato!

Una volta che la torta è pronta lasciatela raffreddare e preparate la crema!
Mescolate in una ciotola (che si può mettere anche sul fuoco) lo zucchero di canna e la fecola di patate, in un pentolino scaldate il latte con la bacca di vaniglia pulita (ovvero tagliata e privata dei semini interni), una volta che il latte sarà caldo eliminate la bacca di vaniglia e versate il tutto delicatamente nella ciotola con la fecola e lo zucchero, usando le fruste per evitare che si formino dei grumi.
Trasferite poi la ciotola con il composto sul fuoco (fuoco basso), appena inizierà a bollire vorrà dire che la crema si sta addensando e quindi è pronta!
Trasferite la crema in una ciotola e lasciatela raffreddare.
Nel mentre che la crema si fredda montate la panna montata, appena la crema sarà fredda unitela alla panna, allora la vostra farcia per la torta sarà pronta (la panna e la crema dovranno avere la stessa temperatura).
Prendete la torta e tagliatela a metà, lasciate la base nella tortiera, versateci sopra tutta la crema che avete preparato, livellatela e metteteci sopra la calotta della torta, lasciando sempre tutto nella tortiera (affinichè la crema prenda la giusta forma e non coli nei lati).
Mettete in frigorifero per una notte, appena dovete servirla tiratela fuori dal frigo, mettetela in un piatto da portata, decorate con una pioggia di zucchero a velo, la torta deve essere servita fredda (o almeno così io ho preferito fare).




Avrete così un pezzetto di paradiso dentro di voi!
P.s. per ultimo ma non meno importante:
Felice festa del Papà papino caro!
KISS KISS ♥
Share:

12 commenti

  1. Gnaaammm sembra buonissima!
    Bentornati ai tuoi suoceri e auguri a tutti i papà
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao mari, ma l'è na bontà!! :)
      il tuo weekend però?!? che bello!!brava brava! e che foto! complimenti!
      bacio

      Elimina
  2. Cercavo la ricetta di una torta paradiso ripiena di buonissima crema, ed eccomi servita!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara fede, detto e fatto! a volte basta esprimere un desiderio!!! :)

      Elimina
  3. Hai ragione, spesso perdiamo di vista tutti i privilegi e le comodità a cui siamo abituati e quando poi capita di confrontarsi con questi paesi si riesce a riapprezzare di nuovo tutto quello che abbiamo.

    La tua torta è un vero paradiso.

    un abbraccio

    loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è brutto pensare che in ogni parte del mondo ci sono posti simili, però è la realtà! un peccato, perchè i posti sono bellissimi!!
      grazie mille
      un bacio

      Elimina
  4. Sori, grazie per questo tuo post! Quanto avremmo da riflettere ogni giorno! E' che non avendo certe realtà sotto gli occhi spesso non ci si pensa! Il bello di poter viaggiare credo sia anche questo! Una splendida opportunità per imparare!
    La tua torta è davvero bellissima e sono curiosissima di provare questa crema!
    Un abbraccio Any

    P.S. Complimenti per la tua nuova header, mi piace... molto carina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ricordo che un giorno a scuola il nostro insegnante di religione ci ha parlato del fatto che in alcuni paesi le persone vivono con 1-2€ al giorno, e ci ha posto una domanda,ovvero "voi, da quando vi siete svegliati questa mattina, quanto credete di aver speso?".. da noi è a dir poco impossibile vivere con 1-2€ al giorno.. partendo dalla mattina, si considera l'acqua per lavarsi, il dentifricio, la colazione, (all'epoca) il biglietto dell'autobus.. e già lì eri fuori, e non si era nemmeno ancora usciti di casa.. la realtà è brutta, ma è il mondo che ci circonda e non ne siamo mai abbastanza consapevoli..

      la torta a noi è piaciuta molto, io solitamente non amo le creme, nè al cacao nè la pasticcera, però questa ho voluto provarla, è molto buona!!
      pian piano sto cercando di creare una giusta grafica al blog, header lo adoro, è la cosa che mi è riuscita meglio!!
      un bacio

      Elimina
  5. Fantastici i tuoi suoceri!!!
    La descrizione delle Filippine non si allontana molto da quello che ho potuto toccare con mano in Kenia dove lo stipendio mensile corrisponde a circa i nostri 100 euro e 1 kg di farina per polenta costa 1 euro....follia!!!

    La torta è fantastica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. meno male che almeno la maggior parte vivono con il turismo..
      lì mi han fatto un esempio con il prezzo del pollo e il loro stipendio:
      pollo 50pesos stipendio 250pesos al giorno, cifre per loro improponibili!!!!
      però..

      un bacio

      Elimina
  6. gnammmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm ma che meraviglia è?!?
    ne voglio un pezzetto!!!
    uffa ;)

    baciotti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara ross tu mi porti il babyccino e io te ne do na fetta!! :)
      baciotto tesoro!

      Elimina

Ben arrivato nel mio blog, spero sia di tuo gradimento, se ti va lasciami un commento che sarò lieta di leggere ed a cui risponderò con piacere. Buona visita.

© LULLABY FOOD&PROPS | All rights reserved.
Blog Layout Created by pipdig